Autodromi

Published on Luglio 24th, 2013 | by Bruno Brida

0

F1: grazie alla Red Bull ritorna il GP d’Austria

Il modernissimo impianto del Red Bull Ring.

Il modernissimo impianto del Red Bull Ring.

Dall’anno prossimo ritorna in calendario il Gran Premio d’Austria. La notizia era nell’aria da tempo perché Dietrich Mateschitz, fondatore della casa produttrice della energy drink Red Bull e patron della Red Bull F1, non è proprio un filantropo.

Così quando nel 2008 acquistò il pressoché in disuso circuito dell’Österreichring, a Spielberg vicino a Zetweg – dal 1970 al 1987 e poi dal 1997 al 2003 teatro del Gran Premio d’Austria – trasformandolo nel modernissimo Red Bull Ring immerso nel verde delle colline della Stiria, era logico che l’operazione fosse finalizzata al ritorno dell’impianto nel giro lucroso del Mondiale Piloti, in cui operano in posizioni dominanti due austriaci d’eccellenza, Niki Lauda in Mercedes F1 e Gerhard Berger in Toro Rosso. L’unica certezza era la data di questo ritorno, ora fissato per il 2014. Mateschitz e Bernie Ecclestone hanno firmato in questi giorni l’apposito contratto, valido per i prossimi sette anni.

E qui si pone la solita questione della formazione del calendario del Mondiale che quest’anno conta già 19 appuntamenti che, secondo Bernie Ecclestone potrebbero diventare 21, anche se per i team il tetto massimo sono venti gare.

Tenendo conto dell’arrivo del già citato GP d’Austria, del GP di Russia, a Soci, e di quello di New Jersey, negli Stai Uniti, nel 2014 dovrebbe saltare uno degli appuntamenti programmati quest’anno, se non addirittura due. Ecclestone, poi, giustizia tedesca permettendo, sta portando avanti trattative per il ritorno della F1 in Messico e in Sudafrica.

E allora? Allora prepariamoci alla notizia dell’esclusione dal giro del Circus, tra un paio d’anni, di qualche circuito delle Vecchia Europa più datato od economicamente in difficoltà, Indipendentemente dalla sua storia gloriosa. Vi viene in mente qualche nome? Se v’interessa, il Red Bull Ring dista 640 chilometri (6 ore di viaggio) da Monza.

La storia

Noto come Österreichring (“Circuito dell’Austria”) e costruito nel 1969 per sostituire quello ricavato attorno all’aeroporto della vicina Zeltweg, l’impianto che sorge a Spileberg, in Stiria, ha ospitato nella confomazione originaria, caratterizzatra dalle alte velocità, il Gran Premio d’Austria di F1 per 18 anni consecutivi, dal 1970 al 1987. In seguito accorciato, ristrutturato e ribattezzato A1-Ring, ha ospitato il Gran Premio d’Austria di nuovo dal1997 al 2003.

In seguito, anche per ragioni economiche, l’impianto è rimasto pressoché abbandonato fino al 2008 quando è stato acquistato da Dietrich Mateschitz e sottoposto ad una radicale ristrutturazione. Ribattezzato Red Bull Ring ha riapperto i battenti il 15 maggio 2011.

Nel video, un giro di pista del rinnovato impianto austriaco (4318 metri, cinque curve a destra, due curve a sinistra).

 

I vincitori del Gran Premio d’Austria

Anno Circuito Pilota Vettura
1964 Zeltweg  Lorenzo Bandini  Ferrari
1970 Österreichring  Jacky Ickx  Ferrari
1971 Österreichring  Jo Siffert  BRM
1972 Österreichring  Emerson Fittipaldi  Lotus-Ford Cosworth
1973 Österreichring  Ronnie Peterson  Lotus-Ford Cosworth
1974 Österreichring  Carlos Reutemann  Brabham-Ford Cosworth
1975 Österreichring  Vittorio Brambilla  March-Ford Cosworth
1976 Österreichring  John Watson  Penske-Ford Cosworth
1977 Österreichring  Alan Jones  Shadow-Ford Cosworth
1978 Österreichring  Ronnie Peterson  Lotus-Ford Cosworth
1979 Österreichring  Alan Jones  Williams-Ford Cosworth
1980 Österreichring  Jean-Pierre Jabouille  Renault
1981 Österreichring  Jacques Laffite  Ligier-Matra
1982 Österreichring  Elio de Angelis  Lotus-Ford Cosworth
1983 Österreichring  Alain Prost  Renault
1984 Österreichring  Niki Lauda  McLaren-TAG Porsche
1985 Österreichring  Alain Prost  McLaren-TAG Porsche
1986 Österreichring  Alain Prost  McLaren-TAG Porsche
1987 Österreichring  Nigel Mansell  Williams-Honda
1997 A1-Ring  Jacques Villeneuve  Williams-Renault
1998 A1-Ring  Mika Häkkinen  McLaren-Mercedes
1999 A1-Ring  Eddie Irvine  Ferrari
2000 A1-Ring  Mika Häkkinen  McLaren-Mercedes
2001 A1-Ring  David Coulthard  McLaren-Mercedes
2002 A1-Ring  Michael Schumacher  Ferrari
2003 A1-Ring  Michael Schumacher  Ferrari

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 9 =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016