Wec

Published on Febbraio 24th, 2021 | by Massimo Campi

0

Ferrari Hypercar: è una realtà

La Ferrari conferma l’impegno e Le Mans e nel WEC dal 2023

La notizia era nell’aria da un po’ di tempo, e finalmente è arrivata l’ufficialità: a Maranello è partito lo studio per una nuova vettura della classe Hypercar. Finalmente il cavallino rampante tornerà nella classe top dell’Endurance, un ritorno atteso da quasi mezzo secolo, precisamente dal 1973 quando a Maranello è stato deciso di non partecipare più ufficialmente alle gare di durata.

“Dopo una fase di studio e analisi, Ferrari ha dato il via allo sviluppo della nuova vettura LMH che nelle scorse settimane è già entrato nel vivo con l’avvio delle fasi di progettazione e simulazione. Il programma di collaudi in pista, il nome della vettura e quello dei piloti che costituiranno gli equipaggi ufficiali saranno oggetto di future comunicazioni”, si legge nella nota diffusa da Maranello.

La nuova vettura è prevista per il 2023, un ritorno reso possibile dal nuovo regolamento Hypercar che consente diverse libertà progettuali rispetto alla categoria LMH, soprattutto per il telaio. Per il gruppo motore che può adottare uno schema ibrido con motogeneratore posteriore e anteriore, si parla di una potenza di circa 680 cavalli, con un sistema di bilanciamento delle prestazioni definita dai vari regolamenti.

Pierre Fillon, il presidente dell’Automobile Club de l’Ouest, organizzatore della 24 Ore di Le Mans, ha commentato: “Oggi è un gran giorno per le corse endurante: la Ferrari torna al livello più alto, nel WEC e alla 24 Ore di Le Mans. Il campo Hypercar promette battaglie epiche. Nel 2023, accanto alla Ferrari, molti costruttori che si sono già uniti a noi si impegneranno al massimo per vincere la corsa nell’anno del centenario. E’ una notizia eccellente per una disciplina la cui base regolamentare forma solide fondamenta sulle quali costruire un futuro luminoso”.

L’ultimo prototipo ufficiale della Ferrari è stato il 312PB, che ha sfiorato la vittoria nella maratona della Sarthe. Il ritorno delle rosse nell’Endurance arriva negli anni ’90 con la Ferrari 333SP, ma per Maranello è solo una vettura clienti e nonostante le prestazioni da assoluto e le vittorie a Daytona e Sebring, la dirigenza Ferrari non ha mai creduto fino in fondo alla barchetta voluta da Giampiero Moretti e Piero Ferrari.

Immagini © Massimo Campi

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016