Formula 1

Published on Gennaio 16th, 2021 | by Massimo Campi

0

Alpine avanguardia del Groupe Renault

Alpine cars, Renault Sport Cars (RSC) e Renault Sport Racing (RSR) uniscono le forze sotto l’ammiraglia Alpine

Alpine ha annunciato oggi i suoi piani per la crescita a lungo termine come marchio del Gruppo Renault dedicato alle auto sportive innovative, autentiche ed esclusive.  Le attuali attività di Alpine Cars, Renault Sport Cars e Renault Sport Racing saranno unite come un’unica entità sotto il marchio Alpine. Alpine riunirà la credibilità di un marchio autentico, produzione specializzata, maestria ingegneristica con una notevole visibilità mediatica dalla Formula Uno. Insieme, hanno posto le basi per creare veramente valore di mercato attorno ad Alpine e portarlo a un livello diverso.   La nuova entità Alpine sarà un marchio automobilistico di “nuova generazione” per i primi utenti esigenti e appassionati.

Punti di forza attuali e nuove sinergie per nuove sfide

Alpine  è uno dei marchi più conosciuti dell’automobilismo francese, basato su vittorie straordinarie nel corso della sua storia. È un marchio con eredità e pedigree. È anche una fabbrica con specialisti altamente qualificati che producono l’A110 a Dieppe.  Renault Sport Cars  comprende un team di 300 persone che sono maestri nello sviluppo di auto sportive. Hanno regalato al Groupe Renault prodotti iconici come la R5 Turbo, la Clio V6, la Megane RS Trophy e la nuova Alpine A110. Renault Sport Racing, con l’omonimo team di F1,  riunisce 1.200 persone che sviluppano gli “orologi a grande complicazione del motorsport” con alcuni dei migliori ingegneri aerodinamici, meccanici e di propulsione. La F1 è anche un’enorme piattaforma di marketing con mezzo miliardo di fan in tutto il mondo, rappresentando così un’opportunità unica per migliorare il marchio Alpine a livello globale.  Alpine sfrutterà anche le dimensioni e le capacità di Groupe Renault e RNM Alliance, inclusa la tecnologia con la piattaforma Alliance EV-native, un’impronta di produzione globale, un potente braccio di acquisto che garantisce una competitività ottimale in termini di costi, una rete di distribuzione globale e RCI Bank and Services. L’obiettivo chiaro è quello di essere redditizi nel 2025, compresi gli investimenti nel motorsport.

Il garage dei sogni 100% elettrico di Alpine

La nuova struttura organizzativa, l’intensificazione delle sinergie con Groupe Renault e Alliance e la collaborazione con partner selezionati saranno strumentali a supportare il piano di prodotto di Alpine: un Hot Hatch 100% elettrico del segmento B basato sulla piattaforma Alliance CMF-B EV; uno Sports Cross Over 100% elettrico del segmento C basato sulla piattaforma Alliance CMF-EV ; un 100% EV in sostituzione dell’A110 sviluppato con Lotus. Nell’ambito dello sviluppo della Alpine Business Unit, Groupe Renault e Lotus Group hanno firmato un memorandum d’intesa (MoU) per studiare una serie di aree di cooperazione, incluso lo sviluppo congiunto di un’auto sportiva elettrica. I team Alpine e Lotus condurranno uno studio di fattibilità completo per l’ingegneria, la progettazione e lo sviluppo congiunti di un’auto sportiva EV sfruttando le risorse, le competenze e le strutture delle rispettive entità sia in Francia che nel Regno Unito. Alpine sarà in prima linea nell’innovazione del Groupe Renault, che si tratti di tecnologia, distribuzione, esperienza del cliente o qualsiasi altra area che offra valore per il marchio e per i suoi clienti. In quanto tale, la prossima generazione di prodotti Alpine farà leva sulle ultime innovazioni del Gruppo Renault e trarrà vantaggio dalla tecnologia e dall’esperienza della F1: gestione efficiente dell’energia, sistemi di sicurezza e soluzioni di connettività derivate dalle elevate prestazioni di F1 nell’analisi e nell’elaborazione dei dati che porteranno un significativo vantaggio competitivo a i prodotti alpini.

Alpine e Renault hanno una lunga storia di corse con successi in diverse categorie, sia in Formula 1, rally o Endurance. La competizione rimarrà al centro degli ambiziosi piani di Alpine, con la Formula 1 al centro della strategia del marchio negli sport motoristici. Dal 2021 il team Alpine F1 gareggerà contro alcuni dei nomi più prestigiosi dell’industria automobilistica ed entrerà nell’esclusivo club dei team ufficiali a tutti gli effetti.

Alpine è stata fondata nel 1955 da Jean Rédélé, un giovane appassionato di competizione. Ha chiamato la sua azienda come il suo parco giochi preferito per le corse: le Alpi.  Quando nel 1962 fu introdotta la vettura stradale A110 originale, l’azienda iniziò a decollare. A quel tempo, Alpine e Renault erano stretti collaboratori, le auto Alpine vendute e servite dai concessionari Renault. All’inizio degli anni ’70 Alpine era una forza importante nelle competizioni di rally di alto livello. Nel 1971 Alpine salì per la prima volta sui tre gradini del podio del Rallye Monte Carlo famoso in tutto il mondo, poi di nuovo nel 1973. L’azienda vinse il titolo Costruttori del Campionato del Mondo Rally nello stesso anno. Allo stesso tempo, le vendite di auto stradali di Alpine stavano crescendo. Alpine costruì uno stabilimento dedicato a Dieppe nel 1969 – lo stesso sito che produce oggi il nuovissimo A110 – e nel 1971 entrò in produzione l’A310. Due anni dopo, Alpine è stata acquisita dal Groupe Renault.  Alpine ha ottenuto il suo più famoso trionfo nel motorsport nel 1978; vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans. La fabbrica ha continuato a rilasciare vetture stradali nuove e innovative per tutti gli anni Settanta e Ottanta, tra cui l’A310 V6 e la GTA. La produzione Alpine sarebbe infine cessata nel 1995.

Immagini e testo © Renault press

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016