Endurance

Published on Luglio 15th, 2021 | by Massimo Campi

0

WEC il prologo del 2017 – Le immagini – Foto Massimo Campi

Il mondiale Endurance si è affacciato per la prima volta nell’Autodromo Nazionale di Monza con il Prologue, i test pre-campionato, delle stagione 2017. Un assaggio che ha entusiasmato il pubblico accorso sugli spalti monzesi, con una sessione di test anche al buio, proprio per simulare le condizioni di luce che i piloti e le squadre, incontrano durante le ore notturne della 24 Ore di Le Mans.

La stagione 2017, dopo il prologo monzese, è iniziata a Silverstone ad aprile e si è conclusa in Bahrain a novembre, includendo l’85° edizione della 24 Ore di Le Mans. I titoli mondiali sono stati assegnati ai piloti e costruttori prototipi, mentre per la prima volta nel Campionato Mondiale Endurance i piloti e costruttori granturismo hanno avuto un loro titolo mondiale.

Tra le innovazioni della stagione 2017 ci sono state una serie di normative ACO: la categoria LMP2 è stata rinnovata con l’introduzione di un motore a specifica singola di Gibson Technology , con una maggiore potenza in uscita rispetto agli LMP2 del 2016. Anche per la classe inferiore il design della cabina di pilotaggio e del telaio imiterà le norme LMP1 per la sicurezza. E sono quattro i produttori di telai approvati: Dallara , Ligier , Oreca e Riley . A causa del singolo produttore di motori, ai team LMP2 è consentito un numero illimitato di motori durante la stagione. In tutte le categorie, le limitazioni ai test sono state ridotte nel tentativo di ridurre i costi. Anche i test in galleria del vento sono stati ulteriormente limitati.

Per volere dei produttori di LMGTE, il World Motor Sport Council ha approvato la promozione delle Coppe del mondo Costruttori e Piloti GT allo status di campionato del mondo, alla pari con i Campionati del mondo Costruttori e Piloti per le categorie LMP.  I team LMGTE sono limitati a sole tre mescole di pneumatici durante la stagione, anche se la terza mescola non dovrà essere scelta fino a Le Mans, tuttavia, le squadre in LMGTE Pro e LMP1, sono limitate a quattro set di pneumatici più due di scorta in tutte le gare di sei ore. Inoltre, le LMGTE non incorrono più in penalità per il cambio di un motore tra le qualifiche e la gara.

I titoli mondiali Costruttori hanno visto il trionfo della Porsche nella classe LMP1, e quello della Ferrari nella classe GT. La Rebellion ha vinto il Trofeo Endurance per i Team LMP2, mentre la AF Corse quello per i team LMGTE Pro. Tra i piloti Bernhard/Bamber/Haltley sono i campioni mondiali della LMP, mentre Calado e Pier Guidi sono quelli del GT.

Immagini ©Massimo Campi

« 1 di 2 »

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016