Formula 1

Published on Settembre 5th, 2020 | by redazione

0

Frecce nere in vetta nelle libere

Hamilton e Bottas i più veloci – di Carlo Baffi

Niente di nuovo sul fronte occidentale; quello di Monza. Nelle prove libere del venerdì, le Mercedes hanno ribadito per l’ennesima volta la loro supremazia. Se l’intenzione della Fia, bandendo il famoso “party-mode” (il sistema che fornisce più potenza alle power unit in qualifica), mirava a mettere le briglie alle Frecce Nere, beh per ora l’obiettivo non è stato raggiunto. Certo resta da vedere quello che potrà accedere in qualifica, ma se il buongiorno si vede dal mattino, Toto Wolff & c. non dovrebbero essere particolarmente preoccupati. Nelle libere 1 del mattino, Bottas ha staccato il miglior tempo in 1’20”703, precedendo il compagno Hamilton (1’20”948). Terza s’è piazzata la Red Bull di Albon a 8 decimi dalla vetta. Grande sorpresa per il quarto tempo di Kvyat sull’Alpha Tauri, che ha preceduto Verstappen incappato in uscita di pista alla variante Ascari, finendo poi contro le barriere. A seguire la seconda Aplha Tauri di Gasly, poi Perez e Norris. La seconda sessione ha visto invece il predominio del campione del mondo, nonché leader del campionato. Hamilton ha fermato i cronometri sull’1’20”192, superando Bottas (1’20”454); entrambe le W11 montavano le gomme soft. Alle loro spalle è salito alla ribalta Lando Norris con la sua McLaren, anche se il distacco dal leader britannico è di quasi un secondo. Buona conferma per il team di Franz Tost, quarto con Gasly. Dalla quinta piazza in poi si sono classificati nell’ordine: Verstappen (con le gomme dure), Sainz, Kvyat, Stroll e Leclerc sulla Ferrari. E qui arrivano le dolenti note. Le prestazioni delle due SF1000 hanno confermato l’attuale momento difficile. Se al mattino, Leclerc ha chiuso in 11^ posizione, Vettel è finito addirittura 19° tra le Williams del tester Nissany e di Latifi. Nel pomeriggio, il monegasco ha recuperato salendo al nono posto, a 1” e 4 da Hamilton. Anche il tedesco è risalito, abbandonando la penultima posizione per la dodicesima. Le rosse hanno evidenziato non pochi problemi di tenuta. A Lesmo, Vettel è finito in testacoda e Leclerc s’è reso protagonista di un’escursione sulla ghiaia e poi sull’erba prima di tornare in pista. Il vincitore dello scorso anno, ha parlato di qualche miglioramento sul giro secco, ma ha pure ammesso che superare la Q2, non sarà un’impresa semplice.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016