Formula 1

Published on Luglio 5th, 2020 | by Massimo Campi

0

A Bottas la prima

Valtteri Bottas vince la prima prova 2020

Una gara vecchi stampo, come non accedeva da tempo, è questo il risultato del primo GP della anomala stagione 2020 sul tracciato del Red Bull Ring, con ben nove monoposto ferme e appena undici piloti all’arrivo.
Valteri Bottas ha dimostrato tutta la sua autorevolezza, perfetto in ogni situazione. Pole position, via subito  in partenza, al restart e nelle varie situazioni di safety-car che si erano presentate, mettendo in ombra il suo ingombrante capo squadra Lewis Hamilton che si è trovato, a un’ora dalla partenza, retrocesso dalla seconda alla quinta posizione dopo un reclamo Red Bull sul comportamento tenuto in qualifica. Il campione del mondo 2019 è stato accusato del non rispetto, nel Q3 delle luci gialle. Il campione inglese è subito risalito in seconda posizione durante la gara, ma non ha mai dato l’impressione di riuscire ad avvicinare il veloce Bottas per poterlo attaccare. La gara di Hamilton ha avuto un finale difficile: a pochissimi giri dalla fine, Alexander Albon con gomme soft lo ha attaccato con decisione finché le due vetture non sono entrate in contatto.

Il pilota della Red Bull si è girato e dopo poco si è dovuto poi ritirare per le conseguenze dell’incidente facendo svanire un sicuro podio a pochi chilometri dall’arrivo mentre stava viaggiando più veloce dei suoi avversari con la possibilità di salire anche sul gradino più alto di quel podio. Per il contatto i commissari hanno penalizzato il pilota Mercedes di 5″, così Hamilton ha perso anche il podio venendo classificato, da secondo sotto la bandiera a scacchi, in quarta posizione.
Molto interessante la gara ci Charles Leclerc, il pilota della Ferrari ha navigato tra la sesta e l’ottava posizione, fino a quando, negli ultimi giri ha saputo cogliere tutte le opportunità che gli si sono presentate tenendo dietro Carlos Sainz. Poi ha superato con Lando Norris e Sergio Perez, in crisi con le gomme,  prendendosi la terza posizione, poi divenuta la seconda per la penalità a Hamilton.
crisi ancora per Sebastian Vettel, che ha compiuto un errore nei confronti di Sainz dopo pochi andando a cercare un sorpasso impossibile con un conseguente testacoda compromettendo il suo Gran Premio, concluso in decima posizione.
ottima la prestazione della McLaren, nuovamente nelle posizione alte di classifica con il terzo posto di Norris, al suo primo podio in F1, e il quinto di Sainz. Problemi per Max Verstappen, mentre era era secondo e vedeva Hamilton avvicinarsi, Verstappen ha improvvisamente rallentato e si è dovuto ritirare per noie elettriche. Nono posto per Antonio Giovinazzi, ritiro per Daniel Ricciardo e Kimi Raikkonen, con quest’ultimo che ha perso la ruota anteriore destra dopo il pit-stop.

Domenica 5 luglio 2020, gara

1 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 71 giri 1.30’55″739
2 – Charles Leclerc (Ferrari) – 2″700
3 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 5″491
4 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 5″689 *
5 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 8″903
6 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 15″092
7 – Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) – 16″682
8 – Esteban Ocon (Renault) – 17″456
9 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 21″146
10 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 24″545
11 – Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) – 31″650

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016