24H LeMans

Published on Giugno 15th, 2020 | by Massimo Campi

0

Rebellion Williams Esport vince la prima 24 Ore di Le Mans Virtual

Rebellion Williams Esport ha vinto la prima edizione della 24 Ore di Le Mans Virtual dopo un fenomenale sforzo combinato del suo quartetto composto dai piloti professionisti Louis Deletraz e Raffaele Marciello e dai piloti di sim Nikodem Wisniewski e Kuba Brzezinski. La 24 Ore di Le Mans Virtual, un evento di endurance virtuale unico organizzato da FIA WEC, ACO e Motorsport Games, ha riunito l’élite di sport motoristici e corse di sim. Con un flusso in diretta di 24 ore e una serie di emittenti  in 57 paesi che trasmettono la gara in tutto il mondo, milioni di persone si sono sintonizzate per guardare 200 piloti e 50 squadre provenienti da 37 paesi diversi che si sfidano su un circuito virtuale della Sarthe. Per seguire la gara sono stati fatti ben 13 milioni di collegamenti al sistema di cronometraggio ufficiale Alkamel.

Alla fine, è stato il numero 1 ORECA LMP appartenente alla Rebellion Williams Esport a conquistare la vittoria assoluta dopo che la squadra ha dominato la gara dalla nona ora. Il team ha tagliato il traguardo con 17.781 secondi di vantaggio sul secondo classificato ByKolles Burst Esport (Tom Dillmann / Esteban Guerrieri / Jernej Simoncic e Jesper Pedersen), avendo dovuto lavorare sodo per risparmiare carburante nel periodo finale ed evitare una sosta aggiuntiva.

Pole-sitters ByKolles – Burst Esport ha fatto uno sforzo eroico per risalire la classifica della vettura LMP n. 4, nonostante una serie di battute d’arresto iniziali, tra cui una penalità drive-through nell’ora di apertura della gara e alcuni problemi hardware a metà gara. A completare il podio è stata la LMP di Rebellion Williams Esport n. 13 (pilotata da Augustin Canapino / Jack Aitken / Marc Gassner e Michael Romanidis) che lo ha conquistato un doppio podio di grande successo per il team FIA WEC Rebellion Racing e il team di corse sim di Williams F1.

Porsche vince la categoria GTE alla 24 Ore di Le Mans Virtual

La Porsche 911 RSR n. 93 del Porsche Esports Team (Nick Tandy, Ayhancan Guven, Joshua Rogers e Tommy Ostgaard) ha ottenuto una meritata vittoria tra i 20 concorrenti della categoria GTE alla 24 Ore di Le Mans Virtual . La vittoria per Porsche è resa ancora più speciale dal momento che il 2020 segna il 50 ° anniversario della Porsche che ha ottenuto la sua prima vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans con Richard Attwood e Hans Hermann al volante nel 1970. L’Aston Martin Racing ha ottenuto il secondo posto dopo una brillante prestazione della vettura N. 95 guidata da Nicki Thiim, Richard Westbrook, Lasse Sorensen e il pilota di simulazione Manuel Biancolilla. Il quartetto è stato in grado di approfittare del secondo posto quando le due auto davanti (l’ingresso n. 80 R8G Esports Team e l’ingresso n. 92 Porsche Esports hanno avuto problemi nell’ora di chiusura della gara). Il R8G Esports Team di Romain Grosjean alla fine è arrivato terzo dopo una brillante prestazione di Daniel Juncadella, Mathias Beche, Erhan Javovski e Risto Kappet al volante virtuale della Corvette C7.R. Il terzo posto di R8G significava anche che tre diversi produttori – Porsche, Aston Martin e Corvette – erano sul podio della GTE.

* Credito fotografico: Xynamic Automotive Photography – press

Print Friendly, PDF & Email

Tags:


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016