Wec WEC Astin

Published on settembre 17th, 2017 | by Massimo Campi

0

WEC Austin, la Porsche verso il mondiale

La Porsche ha conquistato un’altra doppietta negli USA ed è sempre più vicina l titolo mondiale.

Bamber-Hartley-Bernhard salgono ancora una volta sul gradino più alto del podio davanti ai compagni Jani-Lotterer-Tandy, una nuova doppietta per la 919 Hybrid dopo il successo di due settimane fa in Messico che dimostra la netta superiorità della squadra tedesca rispetto alla Toyota. Ma non tutto è stato facile in casa Porsche, con i rivali giapponesi che, dopo essere stati battuti in qualifica, hanno iniziato la sei Ore di Austin conducendo il ritmo di gara ed occupando le due prime posizioni, con la Porsche costretta ad inseguire. I tedeschi, forti della loro tecnologia, hanno invece puntato sul ritmo di gara ed alla fine hanno dimostrato che la ragione era dalla loro parte con le 919 Hybrid che hanno recuperato strada grazie ad un doppio stint mentre le Toyota andavano in crisi con le gomme perdendo tutto il vantaggio della prima parte di gara. Inoltre la TS050 di Kamui Kobayashi, ha ricevuto alla fine della corsa un’ulteriore penalizzazione di 10″ per avere tamponato, la Porsche 919 Hybrid di Bamber alla conclusione della quarta ora.

WEC Astin3

In casa Porsche il pensiero è rivolto alla conquista di entrambi i campionati, sia quello costruttori che quello piloti, tanto che hanno costretto il trio Jani-Lotterer-Tandy a rallentare per fare passare i compagni di squadra, già in testa alla classifica piloti. Una manovra quasi plateale da parte di Tandy che ha improvvisamente rallentato la sua 919 Hybrid in pieno rettilineo per far passare Bamber in virtù delle ragioni di stato a dimostrazione di una professionalità di squadra dedita sempre al risultato finale più che ai risultati parziali. Dietro alle due Porsche finiscono, distaccate di oltre 20 secondi, le due Toyota TS050 con Sarrazin-Nakajima-Buemi davanti ai compagni Kobayashi-Conway-Lopez.

Nicolas Lapierre, Andrè Negrao e Gustavo Menezes vincono la classe LMP2 con la loro Alpine A470 davanti alla Oreca 07 di Nelson Piquet Jr – David Hannsoon – Mathias Beche ed alla vettura gemella della Vaillante Rebellion pilotata da Nicholas Prost – Bruno Senna – Julien Canal.

WEC Astin2

In GTE PRO la Ferrari prende il largo in classifica iridata con la vittoria di Calado e Pier Guidi che hanno ottenuto una bella vittoria grazie ad una super prestazione. Ora la Ferrari è in testa alla classifica iridata con ben 41 punti di vantaggio sulla Ford e 42 sulla Aston Martin, entrambe mai state veramente in gara. Seconda la Porsche con Estre e Christensen che precede l’altra Ferrari AF Corse di Sam Bird e Davide Rigon in crisi con le gomme. La Porsche ha dimostrato di crescere e di stare trovando il giusto equilibrio nella nuova 911 a motore centrale, una vettura su cui sono stati fatti parecchi investimenti da parte dei tecnici di Weissach.

Sfortuna per Matteo Cairoli tra le GTE AM fermo a trenta minuti dal traguardo per colpa di un problema al posteriore della sua RSR 991 mentre la vittoria è andata ai favoriti Lauda-Lamy-DallaLana con le due Ferrari 488 del Clearwater e di Spirit of the race di Flohr-Castellacci-Molina finite sul podio.

Foto WEC/Media

 

Print Friendly

Tags: , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 35 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS