Storia

Published on Settembre 2nd, 2015 | by Massimo Campi

0

Nino Farina il primo campione del mondo

3 settembre 1950, il pilota italiano conquista il primo titolo mondiale

 

L’Alfa Romeo numero 18 sfreccia per prima sotto la bandiera a scacchi, Nino Farina vince la ventunesima edizione del Gran Premio d’Italia, una gara faticosa, di oltre 500 km, come era abitudine in quegli anni. Con i 30 punti conquistati si laurea campione del mondo, il primo della storia, precedendo Juan Manuel Fangio di tre lunghezze.

Nino Farina era nato a Torino il 30 ottobre 1906. Suo padre Giovanni era il fondatore degli Stabilimenti Farina, una delle più antiche ed importanti carrozzerie automobilistiche dell’epoca. Giovanni era fratello maggiore di Pinin, padre dell’ingegner Sergio Pininfarina che, quindi, era cugino di Nino.

L’esordio di Farina in F.1 avviene nella prima gara mondiale, in Inghilterra a Silverstone con l’Alfa Romeo 158. Conquistò la pole, stabilì il giro più veloce e vinse la gara ed in quel 1950, prese parte a sei dei sette eventi in calendario, saltando la 500 Miglia di Indianapolis alla quale partecipavano prevalentemente i piloti nordamericani. Oltre all’Inghilterra, Nino Farina vinse anche i Gran Premi di Svizzera e d’Italia marcando anche il miglior tempo sul giro veloce che a quei tempi significava 1 punto in più su quelli della gara.

“Nino Farina era l’uomo dal coraggio che rasentava l’inverosimile”, scrisse Enzo Ferrari sul suo libro “Piloti che gente”. Il pilota torinese era un uomo spesso al centro delle cronache mondane per alcuni comportamenti che, a quei tempi, erano considerati eccessivi: la sua grande passione per le donne e il vezzo di correre con un sigaro cubano fra le labbra.

Nel 1952 passò alla Ferrari, dove resterà fino alla fine della stagione 1955 collezionando nell’ordine un secondo, un terzo, un ottavo e un quinto posto mondiale. Morì com’era vissuto, al volante di un’automobile, il 30 giugno 1966. Mentre si recava a Reims per assistere al Gran Premio di Francia, con una Ford Cortina Lotus uscì fuori strada, nei pressi del paese di Aiguebelle, affrontando una curva ad una velocità pazzesca.

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags:


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016