Attualità

Published on Febbraio 6th, 2014 | by Bruno Brida

0

Marchionne pronto a trasferire all’estero anche il marchio Ferrari

Secondo un lancio dell’agenzia di stampa Radiocor ripreso dal sito on-line di La Repubblica, il marchio Ferrari potrebbe essere trasferito all’estero per godere dei benefici nella tassazione delle royalties.

Continua così l’operazione di Sergio Marchionne che, nella più completa indifferenza di governo, politici, sindacati ed opinione pubblica, sta portando fuori dai confini italiani, gli asset dell’ex gruppo Fiat che generano utili (marchi e brevetti, facilmente trasportabili) e lasciare in Italia quelle che generano costi, come le attività produttive.

In quest’ottica, che la settimana scorsa ha portato alla nascita del gruppo FCA (Fiat Chrysler Corporation) con sede legale in Olanda e sede fiscale in Gran Bretagna, il marchio Ferrari verrebbe conferito ad una nuova società, separandolo dalle attività automotive, per poi trasferirlo all’estero.

Tradotto in parole povere, sono state scorporate le attività automobilistiche da quelle legate allo sfruttamento del brand (che genera un fatturato di 100 milioni di euro), cioè alle licenze e alla vendita di accessori. E’ l’inizio di altre operazioni più dolorose?

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × cinque =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016