GT & Turismo

Published on Ottobre 6th, 2020 | by Massimo Campi

0

24 Ore Total di Spa, al via senza pubblico

Il completamento delle giornate di test Total 24 Hours of Spa della scorsa settimana (29/30 settembre) ha avviato la fase finale dei preparativi per la corsa 2020 della classica endurance belga. Con l’attività in pista nelle Ardenne a meno di tre settimane di distanza, è stato rivelato il programma completo per l’evento del 22-25 ottobre, compresi i tempi completi delle sessioni per la gara due volte il giorno e le sue categorie di supporto. Purtroppo, è stato anche confermato che la Total 24 Hours of Spa di quest’anno sarà organizzata senza pubblico a causa delle restrizioni COVID-19 in corso. Inoltre, tornerà al suo solito formato di 24 ore rispetto all’esclusivo programma di 25 ore che era stato pianificato come ulteriore incentivo per i fan delle corse. Con questi dettagli il direttore generale di Total 24 Hours of Spa Laurent Gaudin ha fornito ulteriori informazioni sulle decisioni e sulle sue speranze per l’evento di quest’anno.

Come è stata raggiunta la decisione di candidarsi senza pubblico?

“In primo luogo, è importante sottolineare che purtroppo non siamo gli unici in questa condizione. Nessuno degli eventi annuali su larga scala tenuti a Spa-Francorchamps ha accolto il pubblico dall’inizio della crisi sanitaria, inclusi il DTM, l’ELMS, il WEC e Formula 1. “E ‘anche vero che la malattia non è diminuita, cosa che ci viene spesso ricordata dai media. Tuttavia, ci abbiamo creduto fino alla fine. Abbiamo provato di tutto per manovrare questo enorme evento attraverso i vari protocolli e vincoli sanitari molto severi. Dopo Molteplici proposte, con l’aumento dei requisiti e la diminuzione dei volumi di pubblici autorizzati, abbiamo dovuto affrontare i fatti e tutta la squadra ha preso la triste decisione di deporre le armi, ovviamente chi ha già acquistato i biglietti verrà contattato. “Siamo veramente dispiaciuti per tutti i nostri fan e non ho dubbi che dovremo affrontare critiche, ma SRO Motorsports Group non è al di sopra della legge. Ora che la decisione è stata presa, dobbiamo mettere tutti i nostri sforzi in gara”.

In precedenza era stato annunciato che la gara sarebbe durata 25 ore. Perché si è deciso di tornare a 24?

“Da quando la bandiera a scacchi è caduta nel 2019, avevamo immaginato la Total 24 Hours of Spa di quest’anno – la 20a edizione dell’era GT – come un festival automobilistico, con la presentazione di nuovi modelli, mostre, sfilate, un concerto più grande e molte altre iniziative che avvicinassero più che mai il pubblico all’evento, purtroppo la crisi sanitaria e le ripercussioni finanziarie hanno costretto a mettere tutto da parte. Così siamo tornati a lavorare con l’obiettivo di dare nuovo impulso all’edizione di ottobre. Sono stati creati nuovi progetti: spazi coperti per il pubblico, navette per scoprire il ‘backstage’ del circuito, illuminazione migliorata, incontri con i personaggi chiave. Come parte di questo, abbiamo anche programmato di correre un’ora in più in coincidenza con il cambio di orario. Eravamo ottimisti e pensavamo, un po ‘ingenuamente, che la malattia sarebbe stata alle nostre spalle in questo periodo dell’anno. Non essendo così e senza fan in grado di unirsi a noi, abbiamo deciso di tornare al formato originale “.

Qual è la sensazione ora che queste decisioni sono state prese?

“Certo, mancheranno i nostri fan alla Total 24 Hours of Spa di quest’anno. Ma mentre lo spettacolo non sarà sugli spalti o nel villaggio, si svolgerà sul circuito con marchi e piloti d’élite. Dal lato sportivo, non abbiamo dubbi che questa sia la più grande gara GT al mondo. Nel 2020, milioni di persone in tutto il mondo seguiranno la Total 24 Hours of Spa in diretta con una copertura non-stop e gratuita. Per coloro che lo sono abituato a partecipare di persona questa sarà una nuova esperienza e faremo in modo che lo spettacolo continui per tutti loro “.

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016