24H LeMans

Published on Agosto 25th, 2020 | by redazione

0

La 24 Ore di Le Mans deve continuare

Riprogrammata dal 13-14 giugno al 19-20 settembre, la 24 Ore di Le Mans 2020 si svolgerà a porte chiuse. L’Automobile Club de l’Ouest ha privilegiato il rinvio all’annullamento sin dall’inizio della pandemia Covid-19 mentre, per i 59 iscritti a squadre coinvolte, è fondamentale che la gara vada avanti. Non è la prima volta che la 24 Ore di Le Mans non viene disputata a giugno. La prima corsa, nel 1923, si svolse a maggio, poi nel 1956 la corsa si corse il 28-29 luglio per lavori e nel 1968 fu rinviata a settembre per disordini civili.

Anche l’88a gara si svolgerà a settembre e – per la prima volta in assoluto – senza spettatori a bordo pista. L’altra grande differenza è il cambiamento delle ore diurne. A settembre quasi la metà della gara si svolgerà nelle ore di buio. Questo parametro può influenzare la strategia di squadra ma non fa nulla per dissuadere i concorrenti dalla loro uscita annuale sul famoso circuito di 13 chilometri.

Philippe Sinault, team manager di Signatech Alpine Elf, vincitore della classe LMP2 lo scorso anno e responsabile anche del team tutto al femminile Richard Mille Racing, sottolinea l’importanza della gara: “La 24 Ore di Le Mans doveva andare avanti. Questa corsa iconica è vitale per il futuro del nostro sport, della nostra disciplina, dei nostri campi tecnologici e delle nostre aziende. Se la 24 Ore di Le Mans viene annullata, anche una sola volta, sconvolge gli equilibri nel Campionato del Mondo e nello sport stesso “.

la lista dei partenti:

entry-list-24-heures-du-mans-2020

Hisatake Murata, Team President, TOYOTA GAZOO Racing, vincitore nel 2018 e 2019: “La 24 Ore di Le Mans è il momento clou del nostro anno WEC; è il nostro obiettivo principale e sempre la nostra più grande sfida. Siamo orgogliosi di prepararci per questa gara come due volte vincitori e stiamo dando tutto per vincere la terza Le Mans consecutiva per TOYOTA GAZOO Racing, con i membri del nostro team in Giappone e Germania che lavorano insieme, come una sola squadra, per realizzare il nostro sogno. Questo spirito di squadra di uno per tutti, tutti per uno è così importante per affrontare la sfida speciale di Le Mans. Normalmente non vediamo l’ora di condividere questa sfida con i fan del circuito, che sono così appassionati di gare di resistenza e creano un’atmosfera unica. Ci mancheranno quest’anno, quindi sarà un’edizione molto insolita ma ne capiamo tutti i motivi. Siamo grati all’ACO per aver superato le difficili circostanze e averci dato l’opportunità di condividere ancora una volta lo spirito di Le Mans. Anche se non possono unirsi a noi in pista, spero che possiamo far parte di una 24 Ore di Le Mans da ricordare per tutti i fan a casa “.

Amato Ferrari, titolare di AF Corse, vincitore dello scorso anno LMGTE Pro: “È importante che la gara si svolga per inviare un messaggio positivo, per dimostrare che dobbiamo mantenere vivo il motorsport. Anche a porte chiuse, migliaia di fan in tutto il mondo guarderemo in TV, online, su tutti i tipi di dispositivi. Grazie a un’organizzazione esperta e responsabile, sappiamo che saremo protetti sul posto e che tutto è stato fatto per garantire la nostra salute e sicurezza. Tutti seguiamo le regole molto rigorosamente perché sappiamo quanto sia importante proteggere le nostre famiglie e il nostro lavoro. Nessuno correrà alcun rischio. Con un’adeguata protezione – grazie agli organizzatori – possiamo continuare a lavorare finché le condizioni non saranno tornate alla normalità ”.

Testo © ACO Press – immagini © Massimo Campi

Print Friendly, PDF & Email

Tags:


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016