Formula 1

Published on Luglio 12th, 2020 | by Massimo Campi

0

Doppietta Mercedes con il kamikaze Leclerc

Gara perfetta per Hamilton, la seconda della stagione 2020 sul circuito di Spielberg, con l’alfiere Mercedes che parte dalla pole facendo un’altra delle sue gare perfette, senza concedere nessun vantaggio agli avversari.

Il sei volte campione del mondo è partito in testa, per nulla intimorito da Max Verstappen che gli scattava a fianco, e giro dopo giro se ne è andato non permettendo mai alla Red Bull-Honda di poter sognare qualche risultato speciale cogliendo la vittoria numero 85 della sua carriera.

La seconda gara austriaca ha ormai chiarito la scala dei valori stagionali in campo: Mercedes, Red Bull e poi un bel gruppo con Racing Point, McLaren e Renault. Dal gruppo manca la Ferrari, il giudizio generale è “non pervenuta”. Oltre ai problemi tecnici mostrati una settimana fa e quelli in qualifica sul bagnato, ma anche i piloti ci hanno messo del loro nella somma dei problemi con Leclerc che è volato sopra a Vettel costringendo le due Ferrari al ritiro dopo solamente due giri. “Mi spiace aver sbagliato e fatto un pessimo lavoro per la squadra” ha detto Leclerc che si è scusato con Vettel e il team. La squadra sembra già in profonda crisi, con Mattia Binotto costretto a rivedere molte cose all’interno del team sia dal punto di vista tecnico che sportivo nella gestione dei piloti in pista.

Leclerc in una settimana è passato da eroe a pivello, sicuramente serve una riflessione ed un po’ di calma con il pilota transalpino sempre molto sotto pressione dalla stampa e dalle televisioni.

Valteri Bottas dopo la vittoria di settimana scorsa, ha svolto ancora una volta il suo compito in modo positivo. Partito quarto ha superato Carlos Sainz nelle prime fasi, poi ha inseguito Verstappen fino a quando è riuscito a superarlo andando a completare la doppietta Mercedes sul podio. Con il secondo posto, Bottas è dunque il leader del Mondiale, una situazione che rafforza sicuramente la sua posizione all’interno della Mercedes.

Max Verstappen, ha fatto il meglio delle sue possibilità, e questa volta per la Red Bull-Honda è arrivata anche la prestazione di Alexander Albon, buon quarto non senza un rischio alla fine per il contatto con Sergio Perez. Il messicano ha fatto una gara una gara tutta d’attacco dalla 17° posizione al via fino alle spalle di Albon, poi l’urto contro la gomma posteriore della Red Bull, ha danneggiato l’ala anteriore della Racing Point-Mercedes di Perez il quale ha cercato di resistere, ma proprio all’ultima curva ha subìto il sorpasso di un pimpante Lando Norris.

Norris, quinto al traguardo, è ora terzo nella classifica piloti, mentre Sainz, veloce nella prima parte della corsa, ha dovuto subire un calo della sua vettura arrivando nono. Male per le Alfa Romeo-Ferrari con Kimi Raikkonen, undicesimo ed il compagno Antonio Giovinazzi che ha chiuso quattordicesimo. Tra di loro, le due Haas-Ferrari che hanno visto il traguardo dopo la debacle del GP di Austria. All’arrivo anche le due Williams.

Spielberg – domenica 12 luglio 2020, gara

1 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 71 giri
2 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 13″719
3 – Max Verstappen (Red Bull-Honda) – 33″698
4 – Alexander Albon (Red Bull-Honda) – 44″400
5 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’01″470
6 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 1’02″387
7 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – 1’02″453
8 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’02″591
9 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1 giro
10 – Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) – 1 giro
11 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – 1 giro
12 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1 giro
13 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1 giro
14 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1 giro
15 – Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) – 1 giro
16 – George Russell (Williams-Honda) – 2 giri
17 – Nicholas Latifi (Williams-Honda) – 2 giri

Print Friendly, PDF & Email


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016