Wec Shanghai2018-01

Published on novembre 18th, 2018 | by Massimo Campi

0

Shanghai doppietta Toyota nella pioggia

La Toyota ha conquistato l’ennesima vittoria stagionale nell’autodromo cinese di Shanghai, in una gara fortemente condizionata dalla pioggia. L’equipaggio formato da Conway, Lopez e Kobayashi, dopo la pole di ieri ha vinto oggi la Sei ore Shangai conquistando l’ennesima doppietta per Toyota, seguiti da Fernando Alonso, Kazuki Nakajima e Sebastien Buemi. La forte pioggia  ha costretto la direzione gara a fermare le vetture salvo poi dare bandiera verde verso la quarta ora con le TS050 che non sono mai state impensierite da altre vetture.

Shanghai2018-02

Sul terzo gradino del podio, a 1 giro dai vincitori, è salita la BR1 Dallara della SMP Racing affidata a Mikhail Aleshin, Vitaly Petrov e al fresco campione del Super GT giapponese, Jenson Button. La Rebellion di Bruno Senna, Andre Lotterer e Neel Jani ha perso tempo prezioso nella prima parte della corsa, tormentata dalla pioggia, e non ha più recuperato il podio. La seconda Rebellion ha catturato il quinto posto con Beche-Laurent-Menezes mentre la BR1 di Sarrazin-Orudzhev-Isaakyan è finita contro le barriere nel finale di gara.
Allo start è la Toyota di Alonso a comandare le operazioni, ma l’altro equipaggio è balzato in testa in occasione del secondo pit-stop e soprattutto quando lo spagnolo, preso il volante da Buemi, è rimasto fermo in fondo alla pit-lane per il semaforo rosso perdendo almeno venti secondi. Nakajima è riuscito a ridurre il divario, poi nel finale è entrata la safety-car che ha compattato il gruppo e alla ripresa della gara, la Toyota ha congelato le posizioni per non rischiare una disputa in famiglia sotto il diluvio.
La prima LMP2 è arrivata ottava, conquistando la vittoria di classe con il team Jackie Chan DC Racing, affidata a Ho Pin Tung, Gabriel Aubry e Stephane Richelmi. Aubry è finito due volte in testacoda, ma l’equipaggio è riuscito a tenere la testa davanti a Davidson-Maldonado-Gonzalez del Dragonspeed.
dietro alla Aston Martin Vantage GTE.

Notevole la gara delle vetture GTE con Sorensen-Thiim, su Aston Martin Vantage, che hanno terminato settimi assoluti, primi al traguardo dopo le LMP1 a 4 giri dalle Toyota. Il duo danese ha conquistato il successo nelle fasi dele gara pista bagnata. Alle loro spalle e noni assoluti è il secondo posto della Porsche di Richard Lietz e Gianmaria Bruni, autori di una grande rimonta dopo una qualifica negativa. Sul terzo gradino del podio GTE è salito un altro equipaggio Porsche, quello composto da Christensen-Estre. Quinta di classe la Ferrari di Pierguidi-Calado e settima quella affidata a Rigon-Bird.

Classifica Shanghai – gara

1 – Conway-Kobayashi-Lopez (Toyota TS050 Hybrid) – Toyota – 113 giri 6.01’46″414
2 – Buemi-Nakajima-Alonso (Toyota TS050 Hybrid) – Toyota – 1″419
3 – Aleshin-Petrov-Button (BR1-AER) – SMP – 1 giro
4 – Jani-Lotterer-Senna (Rebellion-Gibson) – Rebellion – 1 giro
5 – Beche-Laurent-Menezes (Rebellion-Gibson) – Rebellion – 3 giri
6 – Allen-Hanley-Van der Zande (BR1-Gibson) – DragonSpeed – 3 giri
7 – Sorensen-Thiim (Aston Martin Vantage) – AMR – 4 giri
8 – Tung-Aubry-Richelmi (Oreca-Gibson) – Chan DC – 4 giri
9 – Lietz-Bruni (Porsche 911) – Porsche – 4 giri
10 – Christensen-Estre (Porsche 911) – Porsche – 4 giri
11 – Lynn-Martin (Aston Martin Vantage) – AMR – 4 giri
12 – Gonzalez-Maldonado-Davidson (Oreca-Gibson) – DragonSpeed – 4 giri
13 – Pierguidi-Calado (Ferrari 488) – AF Corse – 4 giri
14 – Lapierre-Negrao-Thiriet (Alpine-Gibson) – Signatech – 4 giri
15 – Rigon-Bird (Ferrari 488) – AF Corse – 4 giri
16 – Mucke-Pla (Ford GT) – Ganassi – 4 giri
17 – Gavin-Milner (Corvette) – Corvette – 4 giri
18 – Tomczyk-Catsburg (BMW M8) – MTEK – 4 giri
19 – Priaulx-Tincknell (Ford GT) – Ganassi – 4 giri
20 – Blomqvist-Da Costa (BMW M8) – MTEK – 5 giri
21 – Ried-Andlauer-Campbell (Porsche 911) – Dempsey Proton – 5 giri
22 – Bergmeister-Lindsey-Perfetti (Porsche 911) – Project 1 – 5 giri
23 – Al Qubaisi-Pera-Cairoli (Porsche 911) – Dempsey Proton – 5 giri
24 – Jaafar-Tan-Jeffri (Oreca-Gibson) – Chan DC – 5 giri
25 – Flohr-Castellacci-Fisichella (Ferrari 488) – Spirit of Race – 5 giri
26 – Dalla Lana-Lamy-Lauda (Aston Martin Vantage) – AMR – 5 giri
27 – Ishikawa-Beretta-Cheever (Ferrari 488) – MR Racing – 6 giri
28 – Mok-Sawa-Griffin (Ferrari 488) – Clearwater – 6 giri
29 – Yoluc-Adam-Eastwood (Aston Martin Vantage) – TF Sport – 8 giri
30 – Wainwright-Barker-Preining (Porsche) – Gulf – 13 giri
31 – Van Eerd-Van der Garde-De Vries (Dallara-Gibson) – Racing Nederland – 14 giri
32 – Creed-Ricci-Guibbert (Ligier-Gibson) – Larbre – 38 giri

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 35 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS