Wec 59fe89c8741ed_600x

Published on novembre 5th, 2017 | by Massimo Campi

0

Shanghai 6 Ore WEC, Porsche mondiale

Terzo titolo mondiale squadre e piloti per la casa tedesca

La vittoria Toyota nella 6 Ore di Shanghai non è bastato alla casa nipponica per contrastare il doppio titolo, case e piloti, della Porsche.  In una gara dominata dalla vettura giapponese con la TS050 Hybrid n.8, di Sébastien Buemi, Anthony Davidson e Kazuki Nakajima è bastato il secondo posto della Porsche 919 Hybrid n.2 affidata a Brendon Hartley, Timo Bernhard ed Earl Bamber per chiudere la corsa ai campionati. Sul terso gradino del podio è salita la 919 Hybrid n.1, di André Lotterer, Neel Jani Nick Tandy. Brendon Hartley, Timo Bernhard ed Earl Bamber sono così i campioni del mondo piloti 2017.

La vera mattatrice della gara è stata la Toyota, con la Porsche sempre costretta ad inseguire sin dalle prove. Lopez, con la TS050 Hybrid n.7 è scattato subito al comando della gara seguito da Tandy, sulla Porsche 919 Hybrid n.1, Buemi, sulla TS050 Hybrid n.8, e Bamber, sulla 919 Hybrid n.2. La lotta tra gli equipaggi delle due case è sempre stata serrata nelle prime fasi di gara, fino a quando Buemi è riuscito a sopravanzare prima Bamber poi Lopez prendendo il comando delle operazioni. Lopez, nel tentativo di doppiare una LMP2, la Oreca 07 Gibson n.26 della G-Drive Racing, affidata al debuttante Nico Muller, ha toccato l’altro prototipo con conseguente testacoda e due posizioni perse.

59fec201738c8

Le vetture di Zuffenhasen hanno molto sofferto in questa gara, Tandy ha avuto grossi problemi sulla sua 919 Hybrid n.1 per dei cali di potenza, mentre la Toyota gestiva tranquillamente la testa della gara fino al momento in cui Lopez ha commesso un errore in fase di doppiaggio di una GTE, danneggiando la TS050 Hybrid e precipitando in quarta posizione, lasciando campo libero alle due Porsche che lo inseguivano. La Toyota n.7 è comunque arrivata quarta nelle mani di Mike Conway, Kamui Kobayashi e José Maria Lopez.

la Porsche si è presa tutto con una gara d’anticipo alla conclusione della stagione: terzo campionato costruttori e terzo piloti, secondo per Brendon Hartley e Timo Bernhard, già iridati nel 2015, primo per Earl Bamber.

Anche la Ferrari ha festeggiato in terra cinese con la conquista del campionato del mondo tra i costruttori GTE. Nonostante la vittoria della fortissima Ford GT che ha vinto con Tincknell e Priaulx e le Porsche RSR sempre più veloci, la AF Corse è riuscita a vincere matematicamente il campionato, ora rimane aperto quello piloti con James Calado e Alessandro Pier Guidi che restano i grandi favoriti per la vittoria finale

Nella classe LMP2, vittoria per l’Oreca 07 Gibson n.31 della Vaillante Rebellion, nelle mani di Bruno Senna, Julien Canal Nicolas Prost. Seconda posizione per l’Alpine A470 Gibson n.36, di Nicolas Lapierre, Gustavo Menezes e André Negrao, davanti alla Oreca 07 Gibson n.13, affidata a Nelson Piquet Junior, David Heinemeier Hensson e Mathias Beche. LMGTE Am vittoria per l’Aston Martin V8 Vantage n.98 di Paul Dalla Lana, Pedro Lamy Matthias Lauda.

Inizio modulo

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 35 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS