Published on giugno 29th, 2017 | by Bruno Brida

Sebastian Vettel finisce sotto inchiesta della Fia

La Fia ha deciso di aprire un’inchiesta sulla ormai famosa ruotata data da Sebastian Vettel a Lewis Hamilton durante il GP dell’Azerbaijan di domenica.

Lunedì 3 luglio, giorno del compleanno di Sebastian Vettel, la La Federazione inizierà a prendere in esame nel dettaglio tutti i dati e le prove a sua disposizione sulla ruotata data da Sebastian Vettel a Lewis Hamilton durante il GP dell’Azerbaijan di domenica (nel video). Poi deciderà se deferire al Tribunale internazionale il quattro volte campione del mondo per ulteriori sanzioni.

La Fia comunicherà prima del Gran Premio d’Austria del 9 luglio se i risultati delle indagini porteranno al deferimento del pilota della Ferrari alla Corte internazionale, che potrebbe decidere di sospenderlo per una o più gare.

Qualunque sarà la sentenza del tribunale della Fia, con il suo “fallo di reazione” Sebastian Vettel ha danneggiato la sua immagine di campione e rischia di penalizzare una stagione che per la Ferrari si prospetta di rilancio, dopo la scorsa annata disastrosa.

Purtroppo quando la situazione in pista non gli è favorevole, spesso il pilota tedesco perde la testa. Ricordate, nel 2016, i messaggi radio “pesanti” rivolti alla squadra o gli insulti, sempre via radio, indirizzati a Charlie Whiting, direttore di gara Fia, nel GP del Messico 2016, per non aver penalizzato Max Verstappen, reo, secondo il tedesco, di averlo ostacolato dopo un’uscita di pista? Per calmarlo è stato necessario l’intervento deciso e secco di Maurizio Arrivabene.

Probabilmente ha ragione Max Webber, che lo conosce bene, secondo cui Sebastian Vettel è un bravo ragazzo ma è stato troppo viziato quando era in Red Bull e non è mai stato abituato a gestire situazioni psicologicamente difficili, come quella dell’evidente recupero di competitività della Mercedes rispetto alla Scuderia.

Sta di fatt che, dopo la ruotata di Baku la stampa internazionale, specie quella di lingua inglese, si chiede se Sebastian Vettel sia il pilota giusto per la Ferrari. E non è un interrogativo proprio lusinghiero, sia per il pilota sia per la squadra. A guadagnarci è l’immagine di Lewis Hamilton che si era un po’ appannata ultimamente.

 

 

Print Friendly

Tags: , , ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS

  • Il libro Brembo della Formula 1 2016