Wec

Published on Maggio 4th, 2017 | by Bruno Brida

0

6 Ore di Spa: nelle prime libere la più veloce è la Toyota

Iniziate le prove libere per la 6 Ore di Spa di sabato. La Toyota più veloce delle Porsche.

A Spa si è conclusa la prima sessione di prove libere per la 6 Ore di sabato, seconda prova del Mondiale Endurance 2017, che per ora ha confermato i valori emersi nel Prologo di Monza e soprattutto nella 6 Ore di Silverstone.

La Toyota è sempre la più veloce, ma la Porsche è distante pochi decimi. In Belgio per ora al vertice della classifica si è posizionata la TS050 #7di Conway, Kobayashi e Lopez, con un vantaggio esiguo di appena 36/1000 sulla Porsche 919 Hybrid #2 di Bernhard, Bamber e Hartley. Poi, nell’arco di mezzo secondo, sono raggruppate la seconda Porsche e le due altre Toyota.

Col settimo tempo, e prima tra le LMP2, l’Alpine A470 #36 di Romain Dumas (che ha preso il posto di Nicolas Lapierre “in prestito” alla Toyota), Gistavo Menezes e Mat Rao, tallonata da vicino da un nugolo di Oreca 07, con la solitaria Ligier JDP 217 #34 col penultimo tempo della sua classe ma più veloce di ben 4/10 di quella indecifrabile vettura che è la quella stana LMP1 a motore tradizionale #4 che la NyKolles Racing Team si ostina a schierare. Per lo meno a Spa stamane è riuscita a completare 24 giri senza particolari problemi.

Tra le LMGTE Pro sembra si potrebbe prospettare alla 6 Ore un duello ravvicinato tra le due Ford GT del Chip Ganassi Team e le nuove 911RSR del Porsche GT Team, mentre nella prima sessione di libere le due Ferrari 488 GTE sono state decisamente più lente.

Porsche sugli scudi anche tra gli Am con la “vecchia” 911 RSR #77 del Dempsey – Proton Racing che il nostro Matteo Cairoli condivide con Christian Ried e Marvin Dienst che ha realizzato il miglior crono davanti alla gemella #86 del Gulf Racing.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016