Formula 1

Published on Maggio 26th, 2016 | by Bruno Brida

0

GP Monaco 2016: nelle libere vola Ricciardo

Nelle prime libere per il GP Monaco 2016 brilla la Red Bull, si oscura la Ferrari.

GP Monaco 2016, cercasi Ferrari (e Vettel) disperatamente! Nella stagione secondo avrebbe dovuto lottare alla pari con la Mercedes per il titolo, la Scuderia si sta facendo notare per preoccupanti “vuoti di memoria”, completati da incidenti di gara di Sebastian Vettel e problemi tecnici che hanno compito sia Vettel sia Raikkonen

Al termine della prima giornata di prove per il GP Monaco 2016 la situazione non è certo migliorata. Dopo un discreto terzo tempo di Vettel nella sessione mattutina delle libere, alle 0,4 secondi da Hamilton e 0,3 secondi da Rosberg, la Ferrari è precipitata quasi a metà della classifica dei tempi nella seconda sessione, la più significativa della giornata, quella dei long run.

Ancora una volta Kimi Raikkonen (settimo tempo) è stato più veloce di Sebastian Vettel (nono tempo), che è stato protagonista di due incidenti quasi in successione: un lungo alla Santa Devota ed un testacoda con toccata del retrotreno contro le barriere al Mirabeau. Il tedesco sembra aver perso quella lucidità di guida che era sempre stata, assieme alla velocità, la sua arma vincente ai tempi della Red Bull e anche al primo anno in Ferrari.

Troppa pressione su lui da parte del team? Probabile, anzi quasi certo. Con una monoposto fragile e non così prestazionale come era stata promessa durante la pausa invernale, Maurizio Arrivabene & C. potrebbero aver caricato di troppe aspettative il tedesco. D’altronde Ferrari ha una lunga tradizione di sciupa-campioni.

Certo, sabato (terzo turno delle libere e qualifiche) la situazione si può ribaltare, anche se a Maranello dovrebbero cominciare a temere la concorrenza della Red Bull che anche a Montecarlo, dopo la bella prestazione di Barcellona, ha messo in mostra un’ottima forma.

Daniel Ricciardo è stato l’unico pilota a scendere oggi sotto il limite di 1’15”, lasciando Hamilton a 0,6 secondi e a quasi 0,9 secondi Rosberg.

Quarto tempo per l’altro della Red Bull, ossia Max Verstappen, caricato (fin troppo!) dalla vittoria in Spagna, tallonato da vicino da Daniil Kvyat (Toro Rosso), che lo considera un usurpatore, e da Carlos Sainz (Red Bull).

Tra i desaparecidos della giornata di libere per il GP Monaco 2016, Felipe Massa finito ai piani bassi della classifica assieme ai debuttanti della stagione

Nella sessione del mattino, grande paura per Jenson Button, quando un tombino in volo ha colpito la ruota anteriore destra per poi danneggiare l’alettone della sua McLaren Honda.

La lastra di ferro era stata diventa al passaggio della Mercedes di Nico Rosberg per poi finire contro la monoposto dell’inglese che comunque non ha riportato alcuna conseguenza fisica, se non un grande spavento.

Questa la classifica dei tempi della seconda sessione di prove libere per il GP Monaco 2016:

Pos. No. Pilota Team Tempo Gap Giri
1 3 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING 1:14.607 40
2 44 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:15.213 +0.606s 36
3 6 NICO ROSBERG MERCEDES 1:15.506 +0.899s 48
4 33 MAX VERSTAPPEN RED BULL RACING 1:15.571 +0.964s 42
5 26 DANIIL KVYAT TORO ROSSO 1:15.815 +1.208s 53
6 55 CARLOS SAINZ TORO ROSSO 1:15.981 +1.374s 54
7 7 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI 1:16.040 +1.433s 38
8 11 SERGIO PEREZ FORCE INDIA 1:16.120 +1.513s 48
9 5 SEBASTIAN VETTEL FERRARI 1:16.269 +1.662s 40
10 22 JENSON BUTTON MCLAREN 1:16.325 +1.718s 46
11 27 NICO HULKENBERG FORCE INDIA 1:16.487 +1.880s 49
12 14 FERNANDO ALONSO MCLAREN 1:16.723 +2.116s 43
13 21 ESTEBAN GUTIERREZ HAAS 1:16.782 +2.175s 40
14 77 VALTTERI BOTTAS WILLIAMS 1:16.849 +2.242s 47
15 8 ROMAIN GROSJEAN HAAS 1:16.874 +2.267s 23
16 19 FELIPE MASSA WILLIAMS 1:17.286 +2.679s 42
17 20 KEVIN MAGNUSSEN RENAULT 1:17.530 +2.923s 29
18 9 MARCUS ERICSSON SAUBER 1:17.562 +2.955s 39
19 30 JOLYON PALMER RENAULT 1:17.761 +3.154s 24
20 12 FELIPE NASR SAUBER 1:17.999 +3.392s 49
21 88 RIO HARYANTO MANOR 1:18.647 +4.040s 10
22 94 PASCAL WEHRLEIN MANOR 1:18.814 +4.207s 46
Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016

  • Foto del giorno

    BES2019_phCampi_1200x_0051.jpg