Formula 1 Kimi Raikkonen precede Valtteri Bottas durante le fasi iniziali del GP Russia 2015.

Published on Ottobre 11th, 2015 | by redazione

0

GP Russia: Mercedes campione con la penalizzazione di Kimi

Il dopo GP Russia è stato dolce amaro per la Scuderia Ferrari. All’ottimo secondo posto di Sebastian Vettel si contrappone la retrocessione dal quinto all’ottavo posto di Kimi Raikkonen.

Il pilota è stato penalizzato di 30 secondi perché ritenuto colpevole dell’incidente all’ultimo giro con Valtteri Bottas (Williams).

Dopo il pit-stop sono rimasto bloccato nel traffico – cerca di giustificarsi Kimi Raikkonen – superare non era facile perché mi mancava un po’ di velocità nel dritto. Ho provato a passare Valtteri nello stesso punto in cui ero riuscito in precedenza perché se si affronta bene la curva 3 in quella successiva c’è spazio per il sorpasso. Non so se lui non si aspettava il mio attacco e se semplicemente non mi ha visto, ma a quel punto non c’era possibilità di abortire la manovra. Ho cercato di sterzare verso l’interno il più possibile ma non c’era spazio e alla fine ci siamo toccati. Un peccato sia per loro sia per noi … ma sono cose che succedono”.

La retrocessione nella classifica del GP Russia ha consegnato alla Mercedes F1 quei pochi punti che le mancavano per laurearsi campioni del mondo Costruttori Formula 1 per il secondo anno consecutivo.

Foto di gruppo del team Mercedes per la vittoria del secondo titolo iridato Costruttori

Foto di gruppo del team Mercedes per la vittoria del secondo titolo iridato Costruttori.

Sono orgoglioso di aver contribuito a questo successo della Mercedes … è bello vedere finalmente il sorriso sulla bocca di tutti i componenti del team. Domani – dichiara un raggiante Lewis Hamilton – sarò in fabbrica per ringraziare tutta gli uomini che lavorano lì. Il successo è merito anche loro”.

Alla domanda se si aspettava di conquistare tante vittorie con le Frecce d’argento, il quasi tri-campione del mondo risponde che “non mi aspettavo di poter aspirare a vincere due titoli con la nuova squadra. È stato Ross Brawn a convincermi a lasciare la McLaren per passare alla Mercedes. Questo mi fa pensare che devo mandarmi un messaggio di ringraziamento perché se oggi siamo qui a festeggiare è anche grazie a lui”.

Festeggia anche Sebastian Vettel (Ferrari) per un secondo posto che lo proietta al secondo posto nella classifica del Mondiale, 66 punti dietro Hamilton e 7 davanti Nico Rosberg (Mercedes). “E’ stata una giornata fantastica – confessa il tedesco – una grande gara, mi sentivo veramente bene in macchina. Sono davvero molto contento anche per la squadra, hanno fatto tutti un ottimo lavoro, dopo la poca pratica fatta nei giorni scorsi. La mia partenza non era andata bene e all’inizio ho sofferto un po’, ma man mano che la gara andava avanti ho lottato per risalire. Dopo la safety car sono riuscito a superare Kimi e ho potuto dare la caccia alla Williams. Per quanto riguarda la battaglia fra compagni di squadra, credo che l’abbiamo apprezzata entrambi e che sia stato giusto lasciare che lottassimo: eravamo nelle prime fasi di gara e il pubblico si è divertito. Alla fine ho solo badato a finire la mia gara. Lewis ha meritato la vittoria, ma credo che siamo stati più vicini di quanto qualcuno si sarebbe aspettato”.

Raikkonen non è stato l’unico a perdere posizioni nelle decisioni dei commissari sportivi nel post GP Russia. Fernando Alonso (McLaren Honda) è stato penalizzato di 5 secondi per aver tagliato la curva 16. Lo spagnolo scende nella classifica finale dal decimo all’undicesimo posto a favore di Max Verstappen (Toro Rosso).

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS

  • Il libro Brembo della Formula 1 2016