Mondo Motori

Published on Aprile 27th, 2015 | by redazione

0

GT Open a Le Castellet: AF Corse conquista gara 2

La vettura numero 51 di AF Corse ha conquistato una bella vittoria al Circuit Paul Ricard con Michele Rugolo e Pasin Lathouras nel secondo appuntamento del primo round dell’International GT Open.

L’italiano e il thailandese hanno battuto la McLaren del Teo Martin Motorsport affidata ad Alvaro Parente e Miguel Ramos, ancora una volta secondi. Le due coppie ora si trovano insieme al comando del campionato con 36 punti.

AF Corse ha piazzato anche una seconda vettura sul podio, la numero 90 di Ezequiel Perez-Companc e Raffaele Giammaria, terzi dopo un brutto inizio di weekend. Il campionato ora fa rotta verso il Portogallo dove tra due settimane, all’Estoril, si terrà il secondo appuntamento stagionale.

Lotta serrata. La battaglia davanti in Gara-2 è stata particolarmente serrata, con il poleman Parente che è riuscito al via a tenersi dietro Peter Kox (McLaren), Matt Griffin (#52 AF Corse), Rugolo, Stefano Costantini (Chevrolet), Giacomo Piccini (Ferrari #11 del Kessel Racing), Perez-Companc ed Emiliano Lopez (Ferrari #15 del Baporo Motorsport). C’è poi stato un contatto tra il vincitore di ieri, Nicola Benucci, e la Lamborghini di Alvaro Barba. Al giro 2, Lopez e Ilya Melnikov (#55 AF Corse Ferrari) sono venuti a contatto con l’argentino che è finito in testacoda e il russo costretto ai box. Dopo un avvio eccellente, la Chevrolet di Costantini è invece stata sorpassata da Piccini e Perez-Companc. Al giro 4 Griffin ha superato Kox prendendo la seconda posizione con l’olandese che è stato attaccato anche da Rugolo poco dopo.

Finale elettrizzante. Parente si è fermato al box per il cambio pilota con un vantaggio di 2 secondi su Griffin e Rugolo e sei su Kox e Piccini, ma Lathouras, che aveva ricevuto il cambio da Rugolo, si è ritrovato al comando davanti a Cameron, ingaggiando una bella battaglia con il compagno di marca. Il thailandese ha messo a segno il sorpasso decisivo al giro 18 e a quel punto le prestazioni di Griffin sono crollate, al punto che quattro giri dopo anche Ramos e Giammaria lo hanno superato. Michal Broniszewski ha preso per un attimo la quarta posizione a Cameron al giro 24 ma poco dopo è stato costretto al box da una foratura. Cameron ha comunque perso la posizione nelle fasi finali: a giovarsene è stato José Maria Perez-Aicart che ha concluso davanti al britannico, a Balzan con la Ferrari della Scuderia Villorba Corse, alla Chevrolet di Francesco Sini e alla Lamborghini del russo Anton Nebylitskiy.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016