Indycar

Published on Giugno 29th, 2014 | by redazione

0

Indycar a Houston: incredibile prima vittoria per Carlos Huertas in gara 1

Podio tutto colombiano quello di gara 1 a Houston, con Huertas davanti a Juan-Pablo Montoya e Carlos Munoz, dopo una serie incredibile di colpi di scena.

La partenza su pista bagnata, vede Simon Pagenaud conservare la sua prima posizione, seguito da Helio Castroneves, James Hinchcliffe e Takuma Sato che scatta benissimo dalla sua sesta posizione. Luca Filippi, da quarto, perde una posizione.

La leadership di Pagenaud dura abbastanza poco, visto uno scatenato Sato che si porta in pochissimi giri davanti a tutti, seguito da Hinchcliffe. Il giapponese rimane saldamente in testa fino alla prima caution, nel corso del giro 29 nel corso della quale si ritrova secondo dietro a Hinchcliffe e davanti al doppiato Mikahil Aleshin. Lo sfortunato russo, subito dopo la ripartenza prova a sdoppiarsi ma Sato lo chiude contro il muro, facendo così terminare la gara di entrambi e provocando una nuova caution, nel corso della quale Luca Filippi si autoelimina finendo contro il muro prolungando ulteriormente il regime di bandiera gialla su tutto il circuito.

Solo sette giri di bandiera verde intercorrono da qui ad una nuova uscita della pace car nel corso del giro 48 a seguito di un errore del campione in carica Scott Dixon che finisce prima contro il muro e poi contro il compagno Charlie Kimball, colpendo anche Pagenaud. Nulla di rilevante accade fra le prime posizioni.

Ben più rimescolamenti invece provoca l’uscita di pista dell’invisibile Will Power, che finisce da solo in testacoda poco più di 20 giri dalla fine. Tutto il gruppo dei primi, ovvero Hinchliffe, Sebastien Bourdais e anche Ryan Hunter-Reay, rientrano ai box, mentre rimangono fuori Justin Wilson, ora leader, seguito dal compagno rookie Carlos Huertas, Montoya, Kanaan e Graham Rahal.

Accorgendosi di non poter arrivare fino alla fine, Wilson rientra, lasciando la prima posizione a Huertas con Montoya e Kanaan che lottano furiosamente per la seconda posizione. A dare una mano a Huertas e al suo (quasi vuoto) serbatoio interviene come un angelo custode Ryan Briscoe, che sperona l’incolpevole Sebastian Saavedra e provoca caution, durante la quale Rahal, ora quarto, tampona ed elimina in modo incredibile il povero Tony Kanaan, ed indirettamente elimina anche se stesso vista la penalità inflittagli.

Termina quindi in bandiera gialla la gara, con Munoz che fra ritirati e penalizzati si ritrova terzo, dietro Huertas e Montoya.

Qui la classifica della gara.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , , , , , , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016