Formula 1

Published on Maggio 29th, 2014 | by redazione

0

Colpo grosso della Marussia a Montecarlo

Il buon risultato ottenuta da Jules Bianchi al Gran Premio di Monaco – Montecarlo di domenica scorsa potrà far fruttare alla Marussia un premio di fine stagione da 30 milioni di dollari. L’incasso non è ancora scontato ma ecco un riassunto di come potrebbero andare le cose.

Con gli ultimi punti costruttori guadagnati la scuderia è balzata al nono posto, davanti a Sauber e Caterham  e l’obiettivo principale della squadra si conferma dunque quello di rimanere nella top ten costruttori, ovvero la redline per rientrare nel gotha degli aventi diritto ai premi stagionali “mica da ridere”.

Il meccanismo di premi in denaro si basa su un elaborato sistema che premia, piuttosto che i risultati di una singola stagione, la competitività a lungo termine.

Le squadre che si piazzano nella top ten in ogni singolo anno accedono ad un piccolo obolo uguale per tutti di circa 10 milioni di dollari; e questo è ciò che è successo nel 2013 anche per Marussia, che si è classificata decima.

Nel caso in cui il team finisca per due anni su tre nella top ten riceve in aggiunta un secondo rimborso che dipende questa volta dal risultato finale.

Nel caso del decimo posto, ai dieci milioni di diritto annuale, si aggiungono altri 30 milioni; nel caso del nono, ai soliti dieci, ne vanno sommati 40. Se Marussia dovesse dunque concludere in nona posizione riceverebbe un totale di 50 milioni di dollari.

Ma nonostante la posizione attuale e considerati i Gp mancanti e l’imprevedibilità di quest’annata, il team non vuole sedersi sugli allori, tant’è che anche nel 2012 il decimo posto venne perso proprio all’ultima corsa in Brasile, a favore della Caterham.

Il direttore sportivo Marussia Graeme Lowdon dichiara infatti: “Ciò che veramente conta è come passi sotto alla bandiera a scacchi dell’ultimo GP …il risultato a Monaco è più che positivo, ma la squadra non può rilassarsi, non bisogna mai dare nulla per scontato.”

Volendo guardare il rovescio della medaglia, questa favorevole ipotesi potrebbe essere una bella rogna per la Caterham, che vedrebbe dunque ridursi il suo premio denaro dai 30 milioni di dollari dello scorso anno a 10 per la stagione 2014.

 

@motoremotion

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + cinque =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016