Formula 1 no image

Published on Marzo 22nd, 2013 | by Bruno Brida

0

F1 GP Malesia: la roulette delle gomme

Le condizioni metereologiche delle prime due sessioni di prove libere in Malesia sono state in completo contrasto con quelle della scorsa settimana in Australia: con temperature ambientali di 33 gradi centigradi e temperature sulla pista che hanno superato i 40 gradi centigradi, sebbene la pioggia sia caduta a metà della seconda sessione di prove libere. Questo ha fatto sì che molti team abbiano accelerato i loro programmi di test, passando prima di quanto previsto alle P Zero White medium dalle P Zero hard Orange, al loro debutto quest’anno con il nuovo colore arancio.

«Per la prima volta quest’anno, le squadre hanno sperimentato elevate temperature ambientali con le nostre nuove mescoleRaikkonen-Friday-Fastest1 – ha dichiarato alla fine delle due sessioni Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli – un’esperienza estremamente utile perché è un anticipo di quanto vivremo durante l’intero fine settimana, elevato rischio di pioggia incluso. Come ci aspettavamo, abbiamo visto un tasso piuttosto alto di usura dovuto alla natura più estrema e prestazionale dei nostri pneumatici 2013 e alle alte temperature combinate con la superficie abrasiva della pista. Abbiamo anche assistito ai diversi modi in cui le squadre gestiscono le mescole: 15 giri con le hard per alcune, con altre arrivate a 21 e più».

Queste le statistiche complessive della giornata: sono stati usati 47 set di gomme Hard, che hanno percorso 3275 chilometri, con una durata media di 21 giri; 24 i set di Medium (1363 chilometri percorsi; durata media 16 giri); 21 set Intermedie (698 chilometri; 10 giri); 16 chilometri con le Wet (1 set; 3 giri).

Per la cronaca, Kimi Raikkonen (Lotus) ha fatto registrare il miglior tempo della giornata (1.36.569) con un set nuovo di Medium.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × quattro =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016