Manifestazioni

Published on Maggio 29th, 2024 | by Massimo Campi

0

Vittoria di Peroni alla Bologna Raticosa

Immagini Enzo Giovanelli

Con il terzo round del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche arriva il quinto successo consecutivo del pilota fiorentino che su Martini Mk 32 di 5° Raggruppamento sulla strada emiliana della Futa. Sul virtuale podio assoluto il siciliano Totò Riolo molto competitivo su  PCR A6 Bmw vincitore di 4° raggruppamento e  papà Giuliano Peroni, che su Osella Pa 9/90ha dominato il 3°.

La 35^ edizione della Bologna Raticosa incorona ancora re Stefano Peroni. Il fiorentino della scuderia organizzatrice Bologna Squadra Corse, riprende così la serie di vittorie che dopo l’annullamento del 2023 porta a 5, come il numero del suo raggruppamento che l’ho ha visto prevalere due volte davanti a Pierpaolo Serra autore della quinta prestazione assoluta di giornata su Dallara F.390 e Alessandro Betanza su Formula Abarth SE033.

Peroni a fine gara ha dichiarato: -“Sono felice di questo nuovo successo nuovo  che mi permette di allungare una fantastica serie di vittorie su queste strade dove ad organizzare è la mi scuderia. Siamo arrivati molto vicino al record ed è sicuramente un’ ottima prestazione in considerazione che abbiamo fatto una sola ricognizione. Un ringraziamento particolare a Francesco Amante e a tutto il suo staff”-.

Conferme anche in Emilia arrivano per Totò Riolo che resta a punteggio pieno con tre vittorie su tre gare del 4° raggruppamento, nel quale con la su PCR A 6 motorizzata BMW 2500, ha preceduto Piero Lottini su Osella PA 9/90 BMW, ottimo quarto assoluto nonostante non abbia completamente disputato le ricognizioni, terzo di categoria il padrone di casa Alessandro Bertuzzi incisivo ed efficace con la BMW M3, con cui ha ottenuto il 9° tempo generale.

Riolo ha dichiarato:-“Sono molto soddisfatto di come è andato il weekend, malgrado le ricognizioni siano state viziate delle condizioni atmosferiche avverse. Gratitudine all’organizzazione che ha fatto comunque un buon lavoro in modo che la gara si svolgesse in maniera regolare e sicura. La vettura va sempre meglio e ci ha consentito di fare il pieno di punti nel raggruppamento”-.

Ad accendere il 4° raggruppamento anche la sfida fra le Sport Nazionali, le biposto con motore di derivazione di serie, che alla fine ha visto prevalere Alessandro Trentin su Lucchini Sp90, capace di chiudere al decimo posto assoluto, davanti di appena 20 centesimi al piemontese Arnaldo Pinto, anche lui su Lucchini ed autore di un grande recupero in gara 2.

Terzo posto complessivo papà Giuliano Peroni, su Osella PA 8/9 BMW, autore di un perentorio 1-2 nel 3° Raggruppamento nel quale il rientrante reggiano Giuseppe Gallusi su Porsche 911 SC ha recuperato con un ottima gara 2 la seconda piazza, rispetto al sempre bravo campione in carica siracusano Giuseppe Palumbo su Fiat X 1/9 di classe silhouette 1600. Gallusi ha ottenuto uno straordinario 6° tempo generale, mentre Palumbo ha fatto registrare l’ottava prestazione assoluta.

Nel 2° Raggruppamento grande rimonta anche da parte di Ildebrando Motti che dopo una prima manche rallentata da noie alla sua Porsche è andato a segno in Gara 2 davanti a Giuliano Palmieri su De Tomaso Pantera e a Fosco Zambelli su Alfa Romeo GT AM. Nella classifica aggregata dei tempi Palmieri ha mantenuto però la testa, davanti ad Alessandro Bonafè su Porche Carrera RS, a sua volta secondo e terzo Motti.

Confermato lo strapotere in 1° Raggruppamento di Tiberio Nocentini, che con la su Chevorn B19 Consworth ha fatto segnare la settima prestazione assoluta ed ha guadagnato punti importanti per il campionato. Secondo l’austriaco Gregor Froetsher su Austin Min Cooper di classe T1300 e l’ottimo nisseno Giuseppe Ferraro molto incisivo su Lancia Fulvia Zagato con cui ha primeggiato in classe GTP1600

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Back to Top ↑