ALTRE SERIE

Published on Settembre 4th, 2014 | by redazione

0

Dopo l’incidente di Jerez, Stefano Costantini pronto alla sfida di Spa

Sono passati oramai due mesi dallo sfortunato weekend di Jerez, in cui Stefano Costantini, colpito per due volte da una Nissan, era uscito di pista sbattendo violentemente contro le barriere di protezione. Vettura semidistrutta e fortissima contusione alla schiena per Stefano che, una volta uscito dolorante dalla vettura, è dovuto andare in ospedale per sottoporsi ad accertamenti e approfondite visite mediche.

In quella occasione la Nissan causò la rottura del tirante della convergenza della ruota posteriore sinistra della Ferrari di Stefano Costantini che, perduto il controllo della vettura per questo motivo, impattò con violenza contro il muretto a bordo pista.

A causa di questo infortunio, Stefano ha dovuto saltare sia le gare di Hungaroring che di Silverstone, iniziando un percorso fisioterapico e riabilitativo che lo ha portato a recuperare quasi del tutto dall’infortunio. Diciamo “quasi” perché i medici aspettano solo il responso dei primi chilometri in pista che Stefano dovrà percorre a Spa per capire se il pilota ha recuperato al 100% o se continuare la fisioterapia riabilitativa.

Costantini torna dunque al volante della Ferrari di Ombra Racing nella prossima gara di Spa-Francorchamps, sesto appuntamento stagionale dell’ International GT Open. In questa occasione Costantini correrà insieme a Stefano Gattuso.

Le due gare sono in programma sabato 6 settembre alle ore 16.00 e domenica 7 settembre alle ore 13.00, in live streaming sul sito ufficiale www.stefanocostantini.net e in diretta su Rai Sport 2.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , ,


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + 15 =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016