Lorenzo Bandini vince in Austria, 23 agosto 1964 - Motoremotion.it


Storia

Published on Agosto 23rd, 2014 | by Massimo Campi

0

Lorenzo Bandini vince in Austria, 23 agosto 1964

bandini_01

Cinquanta anni fa anche l’Austria entrava a fa parte del grande circo della Formula Uno. Il tracciato di gara è a Zeltweg, ma è ben diverso da quello attuale, ricavato all’interno dell’aeroporto militare Hinterstoisser-Zeltweg, in Stiria. La pista era lunga 3.200 m ed aveva una curiosa forma ad “L”. Nel 1961 vi si disputò una gara di Formula 1 non valida per il mondiale, la Flugplatzrennen, vinta da Innes Ireland. Due anni dopo, la massima categoria delle monoposto vi ritornò con un’altra gara non valida per il mondiale, che si tenne il 1º settembre 1963 e che vide la vittoria di Jack Brabham.

Dopo queste gare non titolate, l’impianto ospitò la prima edizione del Gran Premio d’Austria valido per il Campionato mondiale di Formula 1 il 23 agosto 1964.

Per la Ferrari corrono John Surtees e Lorenzo Bandini. L’asso inglese ha tutte le carte e la vettura per vincere il suo unico titolo mondiale sulle quattro ruote, l’italiano, che ha esordito già da tre stagioni in F.1 e dal 1962 è pilota ufficiale del Cavallino Rampante, sta ancora aspettando quei risultati a lungo inseguiti. La Ferrari nelle due stagioni precedenti ha sofferto la concorrenza delle vetture inglesi, spesso non ha dimostrato di essere competitiva come gli avversari, ma il 1964 sembra essere la stagione giusta per ritornare in vetta e cogliere finalmente delle vittorie. La Ferrari 158 aveva una struttura tubolare tutta nuova e così anche il propulsore: per Bandini questa sarà la stagione migliore. Dopo un quinto posto a Silverstone ottiene un terzo posto in Germania ed il 23 agosto si arriva in Austria con tante belle speranze.

Bandini in prova è settimo, il suo caposquadra Surtees è secondo, ma dopo nove giri di gara l’inglese è già fermo con una sospensione rotta. Per Lorenzo è la grande occasione da sfruttare e dopo 105 giri di gara riesce a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi precedendo di sei secondi Richie Ginther sulla BRM. Sarà purtroppo l’unico successo in F.1 per il pilota italiano che terminerà tragicamente la sua carriera a Montecarlo tre anni dopo.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − cinque =

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS