Altre monoposto no image

Published on Ottobre 19th, 2013 | by redazione

0

F.Abarth a Monza: a Beretta e a Iaquinta le due pole

Sono Michele Beretta e Simone Iaquinta gli ultimi due poleman stagionali del 2013 del campionato riservato alle F. Abarth. A monza, il lecchese di Euronova Racing ha centrato il miglior tempo in qualifica 1 dopo che a Simone Iaquinta è stato tolto il suo miglior crono, ottenuto in regime di bandiere gialle. Il castrovillarese ha accusato un ritardo di 84 millesimi da Beretta e si è messo alle spalle un sorprendente Vitaly Larionov (SMP Racing by Euronova).

A completare la seconda fila è il russo Denis Nagulin, al suo esordio in campionato con la Tatuus di Cram Motorsport. Solo 6 decimi dal leader per il pilota di San Pietroburgo che ha preceduto il suo connazionale Sergey Trofimov e il toscano Dario Orsini (NBC Group). Solo 109 millesimi dividono la terza dalla sesta posizione.

Quarta fila di gara 1 per Alex Perullo (Technorace) e Sabino De Castro (AB Motorsport), in forma strepitosa nel tempio della velocità. Chiudono lo schieramento di gara 1 Lukas De Moraes (Facondini Racing), Gianmarco Maggiulli (Tomcat Racing) e Giorgio Alberto Mandozzi (SG Formula).

In qualifica 2 pole position per il castrovillarese Iaquinta che ha preceduto Michele beretta di mezzo secondo. Solo 9 millesimi, invece, tra il lecchese di Euronova e Dario Orsinio, che ha riscattato un weekend iniziato male con i problemi tecnici accusati nelle qualifiche di ieri.

Quarta posizione per uno scatenato Alex Perullo (Technorace) che si è messo alle spalle un terzetto russo formato da Nagulin, Trofimov e Larionov. A chiudere la quarta fila sarà Lukas De Moraes. Quinta fila per Sabino De Castro che ha commesso un errore in prima variante picchiando l’ala anteriore, ma è riuscito ugualmente a precedere Maggiulli e Mandozzi oltre ad Alessio Rovera.

Sfortunata l’ultima qualifica dell’anno per il neo campione italiano, costretto a dare forfait per un problema alla sua Tatuus. I meccanici di Cram Motorsport con gli ingegneri di Autotecnica hanno lavorato molto per consentire al varesino di scendere in pista e tutto sembrava andare per il verso giusto verso la fine delle prime qualifiche. Uscito dai box, però, Rovera non è riuscito nemmeno a completare il giro di lancio, perdendo così la possibilità di provarci per la seconda qualifica.

Print Friendly, PDF & Email


About the Author

redazione

Un gruppo di appassionati vi tiene informati, sul sito e via Facebook, su quanto avviene, anche dietro le quinte, nel mondo delle competizioni motoristiche internazionali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016