Photogallery

Published on Settembre 29th, 2014 | by Massimo Campi

0

International Gt Open a Monza, grande battaglia tra Ferrari e Corvette

 

Undici gare, cinque campionati internazionali e nazionali, quasi 120 vetture da corsa a ruote coperte e monoposto, ingresso gratuito ed uno splendido sole autunnale, sono stati questi gli ingredienti del fine settima monzese che ha visto battagliare in pista le granturismo del Gt Open, le monoposto di F.4 e dell’Euroformula, le Radical e la Seat Leon Cup. to.

Nell’International GT Open, l’appuntamento principale del week end brianzolo, gli occhi erano puntati sulle vetture Ferrari e Chevrolet Corvette. Alla fine si aggiudicano una gara a testa, occupando complessivamente tutte le posizioni del podio.

In Gara 1 vince la rossa di Daniel Zampieri e Roman Mavlanov (che bissa il successo dell’anno scorso di Gara 2), alla media di 185.410 Km/h, che precede la Corvette (Selleslagh Racing Team) di Archie Hamilton e Isaac Tutumlu e l’altra Ferrari del Team Villorba di Andrea Montermini e Andrea Schirò, che mantengono a questo punto il comando della classifica assoluta.

Podio tutto Corvette, invece, in Gara 2. Affermazione della coppia composta da Miguel Ramos e Nicky Pastorelli (V8 Racing), alla media di 185.091 Km/h, davanti ai compagni di team Kelvin Nnoeks e Maxime Soulet e alla vettura SRT di Hamilton/Tutumlu. Per la vittoria finale tutto si giocherà a Barcellona nell’ultimo appuntamento stagionale.

Il pilota tailandese Sandy Stuvick (RP Motorsport) ha continuato il suo cammino trionfale nell’Euro Formula Open, conquistando matematicamente il titolo di campione. In Gara 1 ha collezionato la sua nona vittoria di quest’anno, alla media di 192.436 km/h, davanti al compagno di team, il polacco Artur Janosz, e al giapponese Yu Kanamaru (EmiliodeVillota Motorsport). In Gara 2 copione identico per le prime due posizioni: decima vittoria per Stuvick, alla media di 193.349 Km/h, secondo posto per Kanamaru. In terza posizione l’austriaco Christopher Höher, al suo primo podio stagionale.

Per la Seat Leon Eurocup, in Gara 1 pole e vittoria per il portoghese Manuel Giao (Baporo motorsport), alla media di 168,392 Km/h, che in Gara 2 si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio. Altro protagonista della categoria è stato il francese Julien Briché (J.Briché), secondo in Gara 1 e vincitore in Gara 2 alla media di 168.039 Km/h.

Il Campionato italiano di Formula 4, la categoria Acisport per selezionare giovani talenti, è arrivato a Monza già con un vincitore di campionato: il canadese Lance Stroll del Team Prema, pilota della Ferrari Driver Academy che fra un mese compirà sedici anni. Dopo dieci vittorie, Stroll si è accontentato di buoni piazzamenti, finendo quarto in Gara 1e terzo in Gara 2. L’appuntamento monzese ha avuto un indiscusso protagonista: Mattia Drudi (F&M Srl) che si è imposto perentoriamente in tutte tre le gare disputate Un week end veramente magico per il riminese che ha dimostrato grande maturità agonistica, marciando sempre forte e rimanendo fuori dagli innumerevoli incidenti che caratterizzano la categoria.

Nel “Radical European Masters”, campionato di barchette di fabbricazione inglese, dominio del britannico Bradley Smith (Team Mectech) che si è imposto sia in Gara 1, alla media di 165.129 Km/h, in testa dall’inizio alla fine, sia in Gara 2, alla media di 179.945 Km/h. Terzo sul podio della categoria minore il sempre verde Paolo Barilla.

Non vi è alcuna galleria selezionata o la galleria è stata eliminata.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 40 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + otto =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016