Formula 1 no image

Published on Aprile 14th, 2013 | by Bruno Brida

0

F1 GP Cina: trionfo di Fernando Alonso (Ferrari)

Fernando Alonso (Ferrari) rientra ai box dopo la cavalcata vincente nel GP di Cina.

Fernando Alonso (Ferrari) rientra ai box dopo la cavalcata vincente nel GP di Cina.

Fernando Alonso (Ferrari) vince in modo perentorio il GP di Cina, con un vantaggio di 10,1 secondi su Kimi Raikkonen, di 12,3 su Lewis Hamilton (Mercedes) protagonista di un arrivo in volata con Sebastian Vettel (Red Bull), in piena rimonta. Poi Jenson Button (McLaren), che ha tentato l’azzardo dei due pit stop (con l’ultimo a sei giri dalla fine) e Felipe Massa, giunto a quasi 41 secondi dal compagno di squadra Alonso.

Il dominio dello spagnolo e della Ferrari è stato pressoché assoluto, a partire dalla semaforo ferme quando le due monoposto rosse hanno bruciato un esitante Kimi Raikkonen e si sono infilate dentro la prima curva attaccate alle ruote della Mercedes di Lewis Hamilton.

Dopo quattro giri è entrata la safety car per un contatto violento fra Esteban Gutierrez (Sauber) ed Adrian Sutil (Force India) che ha consentito ad Alonso di passare delle veloci ma poco durature soft alle più durature medium, sconvolhendo così i piani di rimonta di Sebastian Vettel partito dalla nona posizione in griglia proprio con le medium per sorprendere gli avversari con uno stinti di gara molto più lungo.

Un caso a parte merita Mark Webber che dalla Malesia sembra perseguitato dalla sfortuna. Ieri in Q2 l’arresto lungo la pista per problemi di benzina, poi retrocesso in ultima posizione della griglia perché la sua monoposto aveva nei serbatoi meno del litro previsto dal regolamento; oggi in gara il contatto con la “cugina” Toro Rosso di Vergne, il rientro al 16esimo giro ai box per sostituire l’alettone anteriore danneggiato e gli pneumatici, ed infine al 18esimo la perdita della ruota posteriore destra che carambola pericolosamente tra le altre monoposto. Casualità, malasorte o altro? Anche perché a fine gara un infuriato Webber dichiara: «Vergne sapeva perfettamente dove ero io».

La classifica del Gran Premio

 

Pos Pilota Team

Gap

Al via

1 Fernando Alonso Ferrari

3

2 Kimi Räikkönen Lotus-Renault

+10.1 sec

2

3 Lewis Hamilton Mercedes

+12.3 sec

1

4 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault

+12.5 sec

9

5 Jenson Button McLaren-Mercedes

+35.2 sec

8

6 Felipe Massa Ferrari

+40.8 sec

5

7 Daniel Ricciardo STR-Ferrari

+42.6 sec

7

8 Paul di Resta Force India-Mercedes

+51.0 sec

11

9 Romain Grosjean Lotus-Renault

+53.4 sec

6

10 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari

+56.5 sec

10

11 Sergio Perez McLaren-Mercedes

+63.8 sec

12

12 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari

+72.6 sec

15

13 Valtteri Bottas Williams-Renault

+93.8 sec

16

14 Pastor Maldonado Williams-Renault

+95.4 sec

14

15 Jules Bianchi Marussia-Cosworth

+1 giro

18

16 Charles Pic Caterham-Renault

+1 giro

20

17 Max Chilton Marussia-Cosworth

+1 giro

19

18 Giedo van der Garde Caterham-Renault

+1 giro

21

Rit Nico Rosberg Mercedes

+35 giri

4

Rit Mark Webber Red Bull Racing-Renault

+41 giri

22

Rit Adrian Sutil Force India-Mercedes

+51 giri

13

Rit Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari

+52 giri

17

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , , ,


About the Author

Bruno Brida

Laureato in ingegneria. Giornalista da oltre 40 anni nel settore motoristico, produzione e sportivo. Consulente della comunicazione. Esperienze: redattore di Quattroruote, caporedattore di Autoruore 4x4, caporedattore centrale della Gazzetta di Crema e della Gazzetta di Monza, direttore di Paddock.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =

Back to Top ↑
  • Il libro Brembo della Formula 1 2016