Endurance P2_Podiums3

Published on aprile 17th, 2017 | by Massimo Campi

0

ELMS Silverstone: vince United Autosport

 

Nella 4 ore di Silverstone la prima vittoria va al Team anglo americano

Grande prestazione di Filipe Albuquerque che riesce a portare sul gradino più alto del podio la sua Ligier JSP217-Gibson con l’ultimo stint al fulmicotone. Il portoghese è riuscito a rimontare con la vettura del Team United Autosport, dopo un drive-through per un contatto con Will Owen nelle fasi iniziali. Il Team anglo-americano, al debutto nella seria, ha siglato la prima vittoria della categoria con i regolamenti aggiornati della LMP2 per il 2017. Insieme a Owen e Albuquerque ha dato un’ottima prova anche il terzo pilota della scuderia, Hugo De Sadeleer, passato quest’anno alle ruote scoperte dopo avere dimostrato le sue doti in Formula Renault lo scorso anno. A prevalere è stata così una Ligier JSP2, partita forse con meno favori a livello di pronostico, ma che ha dimostrato in gara, di essere al top della categoria. Sul secondo gradino del podio è salita l’Oreca del team G-Drive con l’ottima prova di Leo Roussel e Ryo Hirakawa, mentre qualche problema prestazionale l’ha avuto il messicano Memo Rojas, anello debole del trio. Al terzo posto si è classificata issata la Dallara dell’High Class Racing di Dennis Andersen e Anders Fjordbach.  

32__001

Problemi invece per la vettura del DragonSpeed, favorita al via, veloce me poi in crisi per problemi al cambio. Trasmissione fatale anche per la Ligier dell’Algarve Pro Racing, tra le favorite con Andrea Roda, Andrea Pizzitola e Matthew McMurry. Al debutto del nuovo formato tecnico tre costruttori diversi hanno occupato i primi tre posti dimostrando la validità del nuvo formato regolamentare. Lo United Autosports ha vinto anche in LMP3 con la vettura campione in carica di Patterson-Boyd-England. Buono il sesto posto del team Villorba con Lacorte-Sernagiotto-Belicchi, al debutto in LMP2 dopo una stagione di “rodaggio” in LMP3.  Lacorte, Bellicchi e Sernagiotto, hanno offerto una prova maiuscola con la Dallara piazzandosi al sesto posto nel giro del vincitore. In GTE, a dominare è stata l’Aston Martin di Euan Hankey, Nicki Thiim e Salih Yoluc, schierata col supporto ufficiale dal team TF Sport. Positivo il debutto di Matteo Cairoli, che sale sul secondo gradino del podio con Ried e Camathias dimostrando di essere già al top con la Porsche 911 del Team Proton.

77_07

(foto Copyright ELMS – Media)

 

1 – Owen-Sadeleer-Albuquerque (Ligier JSP217-Gibson) – United Autosports – 126 giri
2 – Rojas-Hirakawa-Roussel (Oreca 07-Gibson) – G-Drive – 6”339
3 – Andersen-Fjordbach (Dallara P217-Gibson) – High Class – 28”158
4 – Allen-Matelli-Bradley (Oreca 07-Gibson) – Graff – 53”426
5 – Moore-Hanson (Ligier JSP217-Gibson) – Tockwith Motorsports – 1’00”297
6 – Lacorte-Sernagiotto-Belicchi (Dallara P217-Gibson) – Villorba – 1’44”440
7 – Trouillet-Petit-Guibbert (Oreca 07-Gibson) – Graff – 1 giri
8 – Lafargue-Lafargue-Zollinger (Ligier JSP217-Gibson) – Idec Sport – 3 giri
9 – Barthez-Buret-Berthon (Ligier JSP217-Gibson) – Panis Barthez – 3 giri
10 – Lammers-VanEerd (Dallara P217-Gibson) – Racing Team Nederland – 4 giri
11 – Hedman-Lapierre-Hanley (Oreca 07-Gibson) – DragonSpeed – 6 giri
12 – Falb-Rayhall (Ligier JSP3-Nissan) – United Autosports – 7 giri
13 – Woodward-Kaiser-Wells (Ligier JSP3-Nissan) – 360 Racing – 7 giri
14 – Lahaye-Lahaye-Heriau (Ligier JSP3-Nissan) – Ultimate – 8 giri
15 – Patterson-Boyd-England (Ligier JSP3-Nissan) – United Autosports – 8 giri
16 – Talkanitsa-Talka-Jensen (Ligier JSP3-Nissan) – AT Racing – 8 giri
17 – Cougnaud-Jung-Ricci (Ligier JSP3-Nissan) – YMR – 8 giri
18 – Smiechowski-Hippe (Ligier JSP3-Nissan) – Inter Europol – 8 giri
19 – Farano-Dons-Kapadia (Ligier JSP3-Nissan) – RLR MSport – 9 giri
20 – Debard-Gachet-Bean (Ligier Ligier JSP3) – Panis Barthez – 9 giri
21 – Ehrlacher-Capo-Creed (Norma M 30 LMP3) – M.Racing – YMR – 10 giri
22 – Borga-Droux-Schatz (Ligier JSP3-Nissan) – Duqueine Engineering – 10 giri
23 – Dromedari-Harnatty-Pialat (Ligier JSP3-Nissan) – Eurointernational – 10 giri
24 – Yoluc-Hankey-Thiim (Aston Martin Vantage V8) – TF Sport – 10 giri
25 – Ried-Camathias-Cairoli (Porsche 911) – Proton Competition – 11 giri
26 – Howard-Gunn-Turner (Aston Martin Vantage V8) – Beechdean AMR – 11 giri
27 – Cameron-Griffin-Scott (Ferrari 488 GTE) – Spirit of Race – 11 giri
28 – Smith-Butcher-Fannin (Ferrari 458 Italia) – JMW Motorsport – 12 giri
29 – Roda-Roda-Bertolini (Ferrari 488 GTE) – Spirit of Race – 13 giri
30 – Roda-Mendez-Capitanio (Norma M 30-Nissan) – Oregon Team – 13 giri
31 – Alexander-Forgione (Ligier JSP3-Nissan) – Cool Racing by GPC – 14 giri
32 – Müller-Krebs-Viidas (Ligier JSP3-Nissan) – By Speed Factory – 22 giri
33 – Roda-Mcmurry-Pizzitola (Ligier JSP217-Gibson) – Algarve – 56 giri
34 – Beltoise-Hassid (Ligier JSP3-Nissan) – Duqueine Engineering – 85 giri
35 – Mondini-Uboldi (Ligier JSP3-Nissan) – Eurointernational – 109 giri

Print Friendly

Tags:


About the Author

Massimo Campi

Perito meccanico, fotografo, giornalista, da oltre 35 anni nel mondo del motorsport. Collaborazioni con diverse testate e siti giornalistici del settore.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • MOTOREMOTION LIVE NEWS